Chi è Symo, concorrente di Sanremo Giovani

Tutto su Symo, una delle concorrenti di Sanremo Giovani: ecco cosa c’è da sapere su di lei

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Una voce nera sul palco dell’Ariston: si tratta di Symo, una delle concorrenti scelte per le finali di Sanremo Giovani.

Nata a Roma nel 1991 da mamma etiope e papà eritreo, Simona Barbui (questo il suo nome all’anagrafe) è una dei 24 cantanti che parteciperanno a Sanremo Giovani 2018, in onda il 20 e 21 dicembre su Rai 1. Cresciuta a pane e rhythm and blues si appassiona sin da piccola ad artisti come Stevie Wonder e Michael Jackson, che negli anni dell’adolescenza sono affiancati a star emergenti come Lauryn Hill, le TLC e le Destiny’s Child. A soli 14 anni Simona inizia a collaborare con il duo rap “La squadra”, ma è l’incontro con il produttore Francesco “CukiMan” Cucchi a dare una svolta alla sua carriera: più matura e consapevole, sceglie il nome d’arte Symo e inizia a scrivere le sue prime canzoni.

Nel mondo di Symo si incontrano l’Italia, con i versi, e l’ Africa, con le sonorità RnB, new soul e afro. Brani come “Africa”, “Prototipo”e “Come se fosse un sogno” suscitano l’interesse dei media: si parla di lei nella rubrica “TG2 Storie”, nella rubrica “Fuori Linea” del TG3 e nel programma “DoReCiakGulp” di Vincenzo Mollica su Rai Uno. Fiorello la vuole invece alla sua “Edicola Fiore”, dove la cantante presenta “Donna allo specchio”, una canzone che tratta il tema della violenza sulle donne. La nota anche Antonello Venditti, che chiama Symo ad aprire il suo concerto evento romano dedicato alle donne l’8 marzo 2017.  Sul  canale youtube di Symo riscuotono molto successo le cover, anche se lei ci tiene a precisare: “Mi considero una cantautrice, desidero che chi mi ascolterà si riconosca nelle storie che racconto”.

Sul palco dell’Ariston la cantautrice porta un brano intitolato “Paura d’amare”, una ballad in pieno stile sanremese che si ispira alle melodie dei grandi cantautori italiani. Al centro del testo c’è la paura di una donna a lasciarsi andare ad una nuova relazione dopo le numerose delusioni collezionate in passato: “Sarò diversa ma sono onesta/ti sembra facile essere come me/che vengo illusa da una vita intera/da questa cosa che chiamate amore” recita il brano. Siamo certi che molti abbiano vissuto una situazione simile: chissà che il fattore “identificazione” non aiuti Symo a far breccia nel cuore del pubblico con la sua canzone.

Chi è Symo, concorrente di Sanremo Giovani

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti