Terrore in Formula 1, uomo in pista durante il GP!

Grande spavento durante il Gran Premio: i precedenti

Fonte: Screenshot tratto da Sky

Grande paura durante i primi giri del Gran Premio di Singapore. Dopo una partenza movimentata, con il rientro ai box dei piloti e la safety car dopo l’incidente nei primi metri di Hulkenberg, colpito da Sainz, il capofila Nico Rosberg ha vissuto il suo spavento più grande quando si è ritrovato davanti alla strada, al termine di un rettilineo, un commissario di gara, che si affrettava di corsa a guadagnare l’esterno del tracciato.

Il pilota della Mercedes, che sopraggiungeva a più di 200 all’ora, ha mantenuto il sangue freddo mentre l’uomo si è messo in salvo per pochi secondi. Il commissario era rimasto indietro per togliere gli ultimi detriti del precedente incidente dal tracciato: uno zelo che gli ha fatto rischiare la vita. Già nella scorsa stagione, sempre a Singapore, un uomo aveva percorso alcuni metri sulla pista durante il Gran Premio di F1.

Venerdì invece era capitato un simpatico episodio: Verstappen durante le prove ha incrociato sulla pista un varano gigante (un grosso rettile). Bravo il pilota Red Bull ad accorgersi dello strano animale e a evitarlo.

Tra le storiche invasioni di pista, memorabile quella del 2000 sul circuito Hockenheim, quando un ex dipendente Mercedes scese in pista per protestare contro il suo licenziamento: “La Mercedes era a conoscenza dei miei problemi di salute, mi han proposto un ruolo che sapevano non sarei stato in grado di svolgere, e mi hanno licenziato per inattitudine fisica, dopo 20 anni di anzianità”.

Nel 2003, durante il  GP di Gran Bretagna a Silverstone, ad invadere la pista fu addirittura uno studioso di teologia che prese i voti nel 1973 prima di essere allontanato dalla chiesa irlandese per deficit psichici. L’uomo si fece di corsa tutto il rettilineo, andando incontro alle macchine che arrivavano con un cartello: “Leggete la Bibbia, ha sempre ragione”.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti