The Witcher, cosa sappiamo del prequel e della seconda stagione

Netflix annuncia 'The Witcher: Blood Origin', miniserie in sei parti che racconterà la storia dimenticata del primissimo witcher.

28 Luglio 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

L’annuncio di Netflix è arrivato a sorpresa per tutti i fan e ha subito scatenato entusiasmo e attesa. Dopo il successo di The Witcher, uscirà infatti The Witcher: Blood Origin. Si tratta di una miniserie in 6 parti ispirata al mondo di The Witcher e prequel della serie stessa, disponibile sempre su Netflix. Cosa sappiamo, ad ora, della miniserie? Di sicuro che le riprese non sono ancora in corso e che saranno realizzate in Gran Bretagna.

“Ambientato in un mondo elfico 1200 anni prima del mondo di The Witcher – recita la nota stampa ufficiale – questo prequel racconta l’origine del primissimo witcher e gli eventi che portano alla fondamentale ‘congiunzione delle sfere’, quando i mondi di mostri, uomini ed elfi si sono uniti per diventare uno”.

Declar de Barra lavorerà come showrunner oltre che come produttore esecutivo insieme a Lauren Schmidt Hissrich mentre Andrzej Sapkowski sarà consulente creativo della serie. Tra i produttori esecutivi anche Jason Brown, Sean Daniel, Tomek Baginski e Jarek Sawko di Platige FIlms.

“Come fan del genere fantasy, non vedo davvero l’ora di raccontare la storia di The Witcher: Blood Origin. Quando ho letto i libri di The Witcher, una domanda mi è sorta spontanea: com’era veramente il mondo elfico prima dell’arrivo cataclismico degli umani? – ha commentato Declan de Barra – Sono sempre stato affascinato dall’ascesa e dalla caduta delle civiltà, dal modo in cui scienza, nuove scoperte e cultura siano fiorite proprio prima di quella caduta. Come vaste aree di conoscenza si perdono per sempre in così poco tempo, spesso aggravate dalla colonizzazione e da una riscrittura della storia, lasciando indietro solo frammenti della vera storia di una civiltà. The Witcher: Blood Origin racconterà la storia della civiltà elfica prima della sua caduta e, soprattutto, rivelerà la storia dimenticata del primissimo witcher”.

“Sono così felice di collaborare con Declan e il team Netflix per The Witcher: Blood Origin. – ha aggiunto Lauren Schmidt Hissrich – Esplorare ed espandere ulteriormente l’universo di The Witcher creato da Andrzej Sapkowski è una sfida entusiasmante. Non vediamo l’ora di presentare ai fan nuovi personaggi e una storia originale che arricchirà ancora di più il nostro magico mondo”. Infine, Andrzej Sapkowski ha commentato: “È eccitante che il mondo di Witcher, come previsto all’inizio, si stia espandendo. Spero che porterà più fan nel mondo dei miei libri”.

I fan sui social si chiedono però anche quando uscirà la seconda stagione della serie, indipendentemente dal prequel. Fermati dal lockdown, gli attori dovrebbero tornare sul set ad agosto e la produzione dovrebbe continuare almeno fino a febbraio del 2021. La seconda stagione di The Witcher non sarà dunque disponibile prima dell’estate dell’anno prossimo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti