0, 0, 1, 1, 1, 1, 1 trend

Un topo ha sabotato "La Bella Addormentata"

Un topo ha mandato all’aria uno spettacolo di danza in Australia generando panico in tutta la città: ecco cos’è successo

«Nessuno mette Baby in un angolo!». Questo deve aver pensato il topo quando ha mandato all’aria “La Bella Addormentata” del balletto australiano.

La danza non fa per tutti. Bisogna avere un fisico molto particolare, una predisposizione ossea e muscolare e tanto, tanto carisma. Non è detto che chi sogna di fare il ballerino o la ballerina riesca a farcela: entrare in una compagnia – e soprattutto in quelle dei teatri più prestigiosi – è estremamente difficile e la maggior parte degli aspiranti danzatori non ce la fa. Ma c’è chi non si rassegna e non ha intenzione di appendere le scarpette al chiodo: come il topo che ha sabotato la rappresentazione de “La Bella Addormentata” messa in scena dall’Australian Ballet.

Mentre Aurora saltellava sulle punte pungendosi col fuso e la Fata Confetto tentava di rimediare al dramma, un topo ha deciso che il buio sarebbe calato prima del sipario. Mentre i ballerini danzavano, quindi, ha mangiato un’apparecchiatura da circa 11mila volt. Il risultato? Tutto il teatro di Adelaide e l’intero distretto cittadino sono piombati nell’oscurità. Inizialmente gli spettatori hanno pensato a un effetto artistico, ma si sono dovuti ricredere quando, torce alla mano, sono intervenute le autorità per evacuare il teatro.

L’interruzione di corrente ha colpito l’intero distretto artistico della città e interrotto un’altra esibizione di danza presso l’Adelaide Festival Centre. In ogni caso i ballerini, dimostrando una grande professionalità, hanno continuato a danzare prima che venissero fermati dalla direzione.

Lo spettacolo de “La Bella Addormentata” non sarà replicato dall’Australian Ballet, ma gli spettatori saranno rimborsati del costo del biglietto. Il topo, purtroppo, sembra non avercela fatta. Come il guidatore anarchico della locomotiva di Francesco Guccini, si è lanciato contro il destino infausto con tutto il suo corpo. Ma, a differenza sua, ha perso la vita. Chissà se il topo adesso starà volteggiando con il tutù tra le nuvole del paradiso, contento di aver realizzato il suo sogno.

In Australia c’è un vero e proprio problema legato ai roditori, tanto che le autorità hanno dovuto fare un censimento dei ratti in modo da correre ai ripari prima che questi crescessero a dismisura.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti