Torna in India un ghepardo estinto 70 anni fa

8 esemplari affronteranno un viaggio di oltre 8mila chilometri dal Sudafrica all'India

22 Giugno 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: 123rf

Sono passati 70 anni da quando il ghepardo si era estinto in India, ma ben presto questo animale potrà fare ritorno nel Paese asiatico. Come riporta Skytg24, a riferirlo è il quotidiano Indian Express che annuncia il prossimo trasferimento di otto esemplari – cinque maschi e tre femmine per la precisione – con un lungo viaggio di oltre 8mila chilometri dal Sudafrica verso la loro nuova casa, un parco nazionale dell’India.

I redivivi felini dovranno affrontare un viaggio di 8405 km per raggiungere dal continente africano il Kuno National Park, in Madhya Pradesh. Qui potranno nutrirsi di antilopi e orsi selvatici. Nell’ipotesi che tutto vada per il meglio, i naturalisti stanno pensando di importare altri ghepardi nella riserva delle tigri delle colline di Mukundra, in Rajasthan. Si tratta di un reinserimento davvero unico: sarà la prima volta al mondo che un grande carnivoro verrà trasferito da un continente all’altro per la conservazione della specie.

Il ghepardo, con il suo manto maculato di nero con segni a forma di goccia, è un animale maestoso e al tempo stesso decisamente atletico nel correre attraverso le praterie. Pensate che può raggiungere una velocità di 112 km all’ora per catturare la sue prede.

Al giorno d’oggi la quasi totalità dei 7mila ghepardi in vita nel mondo si trova specialmente in Sudafrica, Namibia e Botswana. Gli otto esemplari destinati all’India saranno reintrodotti in tre siti (un parco nazionale e due santuari di fauna selvatica) negli Stati del Madhya Pradesh e del Rajasthan.

Stando a quel che raccontano i documenti storici, il primo ghepardo al mondo ad essere allevato in cattività fu in India, durante il regno dell’imperatore Mughal Jahangir, nel XVI secolo. Suo padre Akbar aveva registrato 10mila ghepardi, e di questi mille nella sua corte. Sotto il dominio britannico molti ghepardi furono abbattuti perché entravano nei villaggi e facevano razzia del bestiame. Nel secolo scorso furono importati altri esemplari essenzialmente per motivi sportivi.

Secondo alcune testimonianze dell’epoca, il ghepardo sarebbe scomparso dall’India quando il Maharaja Ramanuj Pratap Singh Deo di Koriya ha cacciato e ucciso gli ultimi tre ghepardi asiatici censiti in India nel 1947. Altre fonti ne attribuiscono la scomparsa alla caccia, alla riduzione dell’habitat e alla minor disponibilità di prede come cervo nero, gazzella e lepre.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti