Trasferirsi a Tenerife dove la vita costa meno per i pensionati italiani

La crisi è forte e il sogno di trasferirsi all'estero è vivo in tutti noi, Tenerife è un'isola fortemente vataggiosa per i pensionati tra i prezzi di affitti e case

Molti italiani, negli ultimi anni valutano, sempre più spesso l’opportunità di vivere a Tenerife. Le condizioni di vita più vantaggiose inducono sempre più persone a trasferirsi permanentemente. La vita qui è tranquilla: la criminalità è piuttosto bassa, quindi la sensazione di pace sarà maggiore. L’integrazione con i locali sarà piuttosto semplice, grazie alla presenza sul territorio di numerosi connazionali italiani

Tra le persone che più recentemente sono approdate sulla più grande isola delle Canarie per trasferirsi definitivamente ci sono molti pensionati. Infatti la vita poco dignitosa che regala l’Italia, porta moltissimi nostri connazionali a trasferirsi all’estero in cerca di fortuna. Ma dove vivere una volta arrivati sull’isola di Tenerife?

Dove vivere a Tenerife

E’ bene considerare alcuni punti se intendete trasferirvi. Innanzitutto la zona da scegliere. A seconda di quale zona, scegliete, le condizioni di vita variano. Se optate per una località turistica, vicino al mare, come Santa Cruz de Tenerife, i costi saranno più alti, rispetto all’interno del paese. I prezzi sono comunque medi da 1km di distanza dalle spiagge fino a quattro. Nell’interno è possibile vivere davvero con poco. Se nelle zone turistiche i prezzi sono comunque alti, all’interno potete vedere con i vostri occhi una diminuzione di circa il 50% a parità di caratteristiche.
trasferisi a tenerife.

Costi della vita a Tenerife

Il sistema sanitario, in caso di necessità, è valido e i tempi di attesa sono medi, anche se non eccessivamente brevi. Ricordatevi di integrare la suguridad social(obbligatoria a Tenerife) con un’assicurazione privata, che ad un prezzo davvero modico, vi garantirà una maggiore copertura, permettendovi anche la consulenza di numerosi specialisti, al posto del comune medico di base.

Anche con una pensione di 800 euro potete vivere dignitosamente. La classica spesa al supermercato ha un costo medio ridotto del 20%. Il gran risparmio proviene soprattutto dalle bollette di elettricità e di riscaldamento. Qui il clima è sempre mite, quindi i costi per riscaldarvi sono praticamente nulli e i costi delle bollette molto ridotti. Altro risparmio è dato dal prezzo della benzina, che si riduce di almeno il 40% rispetto all’Italia e in più le autostrade sono libere e prive di pedaggi. Se avete un auto, il bollo e l’assicurazione sono molto economiche.

Costo affitti

A questo punto potete decidere di acquistare una casa o di affittarne una. Anche in questo caso il prezzo varia a seconda della zona. In una zona turistica o vicino alla spiaggia, il prezzo dell’affitto varia dai 400 ai 600 euro al mese, mentre nelle zone interne, scende molto per arrivare dai 250 ai 400 euro al mese. Non si tratta in ogni caso di monolocali, ma di trilocali, come minimo. Il costo dell’affitto nella maggior parte dei casi comprende anche il pagamento di luce e acqua. Qui il gas non esiste e l’energia elettrica proviene dalle pale eoliche.

Costo delle case sull’isola

Potete anche decidere di acquistare una casa, i costi dell’acquisto di case partono da 60 000 euro. Ricordate di affidarvi alle persone giuste in ogni caso. Considerate anche il servizio di affitto che offrono numerose banche, perché se poi decidete di acquistare, dal costo complessivo viene detratto quello già dato con l’affitto.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti