Travolta da un treno: muore campionessa dell'atletica

Identificata la vittima dell’incidente nel Casertano.

Fonte: Screenshot tratto da Usertv Web

Un incidente terribile, con la donna agganciata da un convoglio e poi travolta e uccisa sui binari.

La carta di identità della vittima, ritrovata sul luogo dell'incidente, ha dato un nome alla malcapitata: era Siham Laaraichi, atleta marocchina giunta in Italia proprio per coltivare la sua passione, il podismo.

La 36enne, specializzata nei 10mila metri e tesserata con la società Il Laghetto, stava correndo anche l'altro giorno, tra lo stretto corridoio che separa i due binari nel Casertano, quando per uno sfortunatissimo caso proprio in quel momento sopraggiungevano due Eurostar della linea Lecce-Roma, in direzione opposta. Siham ha visto il primo, frontale, e l'ha evitato sporgendosi, ma non ha fatto in tempo a evitare anche il secondo treno, che l'ha agganciata e uccisa nonostante il macchinista abbia provato ad attirare subito la sua attenzione suonandole.

È poi emerso che la marocchina, originaria di Casablanca, si fosse trasferita in Campania per fare della corsa, oltre che la sua passione, anche il suo lavoro: grazie all'attività agonistica provvedeva infatti anche alla famiglia in Marocco.

Di lei, come riporta Repubblica, ha parlato Enrico Scarpone, presidente della società Il Laghetto: "In Marocco ci sono molti atleti forti e così Siham che stava con la nostra società da tre anni, aveva deciso di venire in Italia per sfruttare la sua forza e guadagnare con la corsa e ci era riuscita, era una delle atlete più forti. Quando non arrivava prima, si classificava seconda. La sua prossima gara a cui doveva partecipare era prevista per il 18 agosto se non ricordo male. Il suo sogno era quello di tornare nella sua Casablanca, con una tranquillità economica che avrebbe potuto rendere felice lei e la sua famiglia".

"Ci mancherà e siamo rimasti senza fiato alla notizia – ha proseguito Scarpone -. Faceva i sacrifici per aiutare la sua famiglia, e il suo sogno era quello di ritornare da loro e di aiutare le sue sorelle e sua mamma, soprattutto dopo la morte del padre. Era una campionessa, nello sport e anche nella vita".

Qui il video della sua vittoria alla 'Strabucciano'.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti