Tutte le scosse tra le province dell'Aquila e Rieti

A Roma chiusa le metro A e B ed evacuate diverse scuole. Stop visite al Quirinale

Roma, 18 gen. (askanews) – Sono avvenuti tutti tra le province dell’Aquila e di Rieti gli eventi sismici registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia tra le regioni Lazio e Abruzzo alle 10.25 con magnitudo 5.3, alle 11.14 con magnitudo 5.4 e alle 11.25 con magnitudo 5.3, alle 11.39 con magnitudo 4.

La Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, in raccordo con la Dicomac insediata a Rieti, si è messa in contatto con le strutture locali del Sistema nazionale di protezione civile, oltre che con le strutture operative già dispiegate da mesi sul territorio.

Dalle verifiche effettuate, gli eventi – con epicentri individuati tra i comuni di Montereale, Capitignano, Amatrice, Campotosto, Barete, Pizzoli e Montereale – sono risultati avvertiti dalla popolazione, e sono in corso tutte le necessarie verifiche per eventuali danni a persone o cose.

A Roma la metro A e la metro B a Roma sono state chiuse e il servizio è stato sospeso per “verifiche tecniche” dopo le varie scosse di terremoto nel Centro Italia. Lo comunica l’Atac su Twitter, spiegando che il servizio è stato sostituito da bus. Evacuata per precauzione la università Luiss, sulla via Nomenatana, il liceo Manara a Monteverde, una scuola al quartiere Trastevere, e altri istituti scolastici nella capitale.

L’Ufficio Stampa della Presidenza della Repubblica comunica che sono momentaneamente sospese in via precauzionale le visite del pubblico al Palazzo del Quirinale.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti