Tutti i comandi DOS per Windows di cui non puoi fare a meno

Il prompt dei comandi DOS di Windows è uno strumento molto potente con cui è possibile effettuare numerose operazioni. Vediamo quali sono

Fonte: Wikimedia

Il prompt dei comandi DOS di Windows è uno strumento molto potente ma allo stesso modo complesso, con cui è possibile effettuare numerose operazioni. Esistono numerosi comandi base da conoscere per poter poi applicare quelli più avanzati. Chiunque voglia dunque eseguire un’operazione del genere per una sua particolare esigenza o per pura curiosità deve in primis conoscere le fondamenta dei comandi DOS.

ASSOC permette all’utente di modificare le estensioni. Se si vuole, invece, attivare il controllo esteso di CTRL+C bisogna avviare BREAK. Con BCDBOOT si copiano ed archiviano file critici per la partizione del sistema. Per accedere all’ACL di un file bisogna digitare CACLS. Con CHDIR è possibile modificare una directory. Per alterarne la cifratura in NTFS bisogna invece adoperare CIPHER.

I comandi avanzati essenziali

I comandi base sono tantissimi. Conoscerli è necessario per poter poi comprendere l’uso di quelli più avanzati. Se comunque si ha la necessità immediata di comprenderne alcuni, utili per un’operazione urgente, allora si può far riferimento proprio ad uno dei comandi avanzati ossia /? La sua funzione principale, infatti, risulta essere quella di chiarire l’uso del comando base che interessa all’utente.

In genere si usa sfc/scannow  in modalità provvisoria. Infatti, è atto alla riparazione immediata del sistema obiettivo. Con chkdsk, invece, si correggono gli errori di sistema. Nello specifico con chkdsk/F si correggono i file system mentre con chkdsk/R s’individuano i settori danneggiati dagli errori per recuperare poi le informazioni. Ping permette di visualizzare i pacchetti che vengono trasmessi verso o da un sito specifico. Nella schermata appaiono gli IP dei router e gli indirizzi interessati al trasferimento.

L’informatica: un settore complesso

Tra le impostazioni predefinite di un computer spesso troviamo la modalità ibernazione che salva l’ultimo stato del pc prima che si spenga. Grazie ad un comando DOS può essere disattivata: powercfg/hibernate off. Per attivarla, invece, bisogna scrivere powercfg/hibernate on. Con driverquery è possibile avere una visuale dettagliata su un file mal funzionante.

L’informatica è una disciplina complessa. Lo dimostrano le domande assurde che vengono fatte agli esperti del settore. Prima di mettere le mani li dove non si dovrebbe, bisogna dunque avere pazienza e studiare a fondo l’argomento. Altrimenti potrebbero capitare incidenti imbarazzanti.

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti