Tutti pazzi per la baby box. Ecco di cosa di tratta

L'idea parte dalla Finlandia ma si sta velocemente propagando un po' in tutto il mondo

L’idea parte dalla Finlandia ma si sta velocemente propagando un po’ in tutto il mondo. A breve verrà introdotta dal sistema sanitario pubblico del New Jersey, primo stato americano ad adottare il sistema finlandese della “baby box”.

Si tratta di una culla di cartone. Una scatola recapitata dalle autorità sanitarie a tutti i neogenitori con dentro un kit completo di pannolini, salviette, pomate e altre prime necessità. La scatola diventa anche un posto dove far dormire il bebè in sicurezza.

Secondo i pediatri finlandesi e americani, infatti, questa culla potrebbe essere protettiva nei confronti della morte improvvisa del lattante, tecnicamente detta Sindrome della morte in culla (Sids).

La scatola nasce in Finlandia alla fine degli anni Trenta: con il suo contenuto lo Stato sosteneva i neogenitori e dava a tutti i bambini le stesse condizioni di partenza nella vita. Ora è diventata un must e i finlandesi ci tengono ancora moltissimo tanto che quasi nessuno vi rinuncia a favore del piccolo bonus economico che si può scegliere in cambio (circa 140 euro).

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti