Tutti pazzi per 'Matrimonio a Prima Vista Italia'

La nuova edizione è partita il 6 ottobre nel segno della pandemia: matrimoni senza ospiti, ma con le stesse dinamiche.

7 Ottobre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Ha debuttato il 6 ottobre alle 21:20 in prima tv assoluta su Real Time la nuova edizione di Matrimonio a Prima Vista Italia. Un esperimento sociale prodotto da NonPanic Banijay per Discovery Italia, in cui con l’aiuto di un team di esperti sei single scelgono di sposarsi tra perfetti sconosciuti, incontrando i propri partner per la prima volta solo sull’altare.

Un format che ha riscosso un notevole successo con le precedenti edizioni e che si conferma seguitissimo e, soprattutto, commentatissimo sui social. Del resto, già prima dell’inizio della nuova edizione, il programma era molto atteso dal pubblico, impaziente di vedere lo svolgimento e i risultati dell’esperimento televisivo.

Tutto nasce dalla volontà di decine di single di sposarsi con una persona sconosciuta. Gli esperti – dopo un’attenta selezione – formano tre coppie compatibili. Quest’anno a causa della pandemia l’Italia si è fermata. “Al momento della ripartenza i futuri sposi si sono fatti trovare ugualmente pronti ed emozionati, consapevoli che il loro sarebbe stato un matrimonio anomalo – spiega però prontamente una nota stampa – senza amici e parenti, senza scambi reciproci di anelli, ma con tanta intimità. E così giorno dopo giorno hanno riso, pianto, litigato, fatto pace fino all’ultimo istante quello della decisione finale, dove, davanti al team di esperti, hanno deciso e comunicato al proprio partner e al pubblico se restare insieme o chiedere il divorzio”.

I tre esperti sono Nada Loffredi, Mario Abis e Fabrizio Quattrini. Nada Loffredi è la sessuologa che ha seguito eventuali problemi di natura sessuale delle coppie, affiancandole nei momenti più delicati. Mario Abis èil sociologo che ha fornito agli sposi le chiavi di lettura necessarie per comprendersi, creando una sorta di «fast track» per la formazione dell’intesa di coppia. Rappresenta «la bussola» per agevolare l’incontro tra due mondi, quello dello sposo e quello della sposa, e favorirne l’unione. Fabrizio Quattrini è lo psicoterapeuta di coppia, socio fondatore e presidente dell’Istituto Italiano di Sessuologia Scientifica (IISS) di Roma, che si occuperà dell’aspetto ludico della relazione amorosa, favorendo la conoscenza nelle coppie grazie a esercizi pratici. Rappresenta lo specialista che non si scoraggia davanti a nessuna difficoltà.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti