Un fenicottero percorre 4500 km dalla Sicilia agli Emirati Arabi

L’avventura di un fenicottero che è stato immortalato in Medio Oriente dopo un lunghissimo viaggio.

5 Gennaio 2022
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: ANSA

Il protagonista di questa vera e propria avventura ha un nome e un cognome, o quasi. Lui è E:HJV ed è un fenicottero nato in Sicilia, che è stato immortalato dall’obiettivo di un fotografo a migliaia di chilometri dalla regione di nascita. L’animale, infatti, è stato intercettato negli Emirati Arabi Uniti da Laurent Esselen che, una volta individuato con il suo fedele binocolo, ne ha segnato il nome indicato a chiare lettere sull’anello applicato a una delle zampe.

Si può facilmente immaginare la sorpresa di aver trovato il coraggioso fenicottero a 4500 chilometri dal luogo in cui era nato qualche mese addietro. Ad apporvi nome e anello identificativo, infatti, era stata la Lipu (Lega italiana protezione uccelli) nella Riserva Naturale Saline di Priolo, in Sicilia appunto. L’area protetta è nata proprio con l’obiettivo di monitorare le specie animali che la popolano per garantirne la conservazione.

Il fenicottero E:HJV è nato la scorsa estate e il 24 agosto la Lipu vi ha apposto l’anello con tanto di nome. Così, quando il volatile ha spiegato le sue ali, dovunque fosse arrivato sarebbe stato identificabile ma nessuno si sarebbe aspettato di ritrovarlo a migliaia di chilometri di distanza. In tre mesi, infatti, l’animale ha affrontato un viaggio che lo ha portato lungo le rive del fiume Mangrove, a Umm al Quwain.

Una volta fotografato laggiù da Esselen, lo scatto che lo ritrae è stato condiviso con alcuni esperti accendendo la curiosità sulla sua storia. Così, dopo una serie di passaggi, l’immagine è arrivata fino ad alcuni studiosi dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale). Gli esperti, una volta identificato il fenicottero e tracciato il lungo percorso, stanno ora cercando di comprendere cosa lo abbia spinto tanto distante.

Gli altri simili nati con lui, infatti, hanno volato in aree ben più vicine quali Toscana e, più oltre, Bulgaria. Così, lo spirito di avventura e di scoperta di E:HJV è ancora tutto da decifrare.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti