Un sub ha riportato alla luce una spada di nove secoli fa

Da un’immersione sottomarina emerge una spada antica che ha il sapore di una fiaba.

22 Ottobre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

L’ultima cosa che il sub israeliano si aspettava di trovare nella sua immersione era un oggetto con secoli di storia alle spalle. Invece, il caso ha voluto che in maniera del tutto casuale, le acque davanti al monte Carmelo, ad Haifa, regalassero un nuovo e prezioso gioiello. Il rinvenimento risale a qualche giorno fa, durante una qualunque perlustrazione del sottosuolo marino.

Mentre il sub si stava muovendo sott’acqua, infatti, ha notato un oggetto insolito, in parte nascosto sul fondale dai detriti presenti. Attirato dalla forma, l’uomo vi si è avvicinato ritrovandosi tra le mani, in mezzo a rottami di varia natura, una spada crociata. Stupito, e certo incuriosito, il sub l’ha portata in superficie e l’ha, quindi, consegnata al Dipartimento per le Antichità.

Il reperto, che si è rivelato essere antico di nove secoli, giaceva sotto uno strato di sabbia che la corrente ha spostato facendo emergere parzialmente il suo tesoro. Tanto è bastato per attirare l’attento sub. La spada ha una lama lunga circa un metro mentre l’elsa, di una trentina di centimetri, è incrostata di organismi marini. Proprio per il timore che la sabbia la potesse nuovamente oscurare, l’uomo ha estratto l’oggetto e lo ha portato con sé.

Questa versione marina de ‘La Spada nella Roccia’ di disneyana tradizione è un piccolo capolavoro di artigianato. “La spada è in condizione perfette”, riferisce ANSA dalle dichiarazioni di Nir Distelfeld, ispettore del Dipartimento delle Antichità che ha ricevuto il reperto. E si legge ancora: “È un reperto bello e raro, evidentemente appartenuto ad un cavaliere crociato. Desta grande emozione – ha concluso Distelfeld – imbattersi in un oggetto personale di quell’epoca. È un balzo nel tempo”.

Chissà quante storie potrebbe raccontare la spada, che per secoli è rimasta nascosta e protetta dai mari.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti