Una meteora della serie A in campo a 50 anni

In Italia ha lasciato poche tracce, invece nel suo Paese è diventato il marcatore più anziano di sempre

Se si parla di calciatori giapponesi in Italia, viene subito in mente Hidetoshi Nakata. Portato in Italia dal Perugia nel 1998, vinse uno storico scudetto con la Roma nel 2001 (segnando un gol decisivo nello scontro diretto con la Juventus a poche giornate dalla fine), poi vestì anche le maglie di Parma, Bologna e Fiorentina.

Ma il primo nipponico assoluto fu Kazuyoshi Miura, che disputò nel Genoa la stagione 1994/95, senza lasciare grandi tracce. Ebbene, Miura è ancora in campo a ha da poco rinnovato il contratto con lo Yokohama FC, club di seconda divisione. Piccolo particolare: il 26 febbraio compirà 50 anni e li festeggerà in campo.

I tifosi del Genoa non dimenticheranno il gol segnato in un derby con la Sampdoria (poi perso 3-2). Una perla rara, perché si tratta dell’unica rete realizzata da Miura nella sua avventura italiana, dove collezionò 21 presenze. A sua discolpa, può portare i problemi fisici che lo condizionarono: in una partita con il Milan subì una frattura al volto e nel nostro Paese non riuscì a mostrare le doti messe i luce in Brasile negli anni precedenti.

Chiusa l’esperienza genovese, Miura è tornato in Giappone dimostrando di non aver dimenticato come si fa a segnare. Fino a diventare un primatista di longevità: lo scorso agosto ha realizzato contro il Cerezo Osaka il gol che gli ha permesso di migliorare il record (che già deteneva) di marcatore più anziano di sempre in Giappone: a 49 anni, cinque mesi e dodici giorni.

Con la Nazionale nipponica ha collezionato 89 partite e 55 reti, ma ha il cruccio di non essere mai riuscito a partecipare alla fase finale di un Mondiale. Il rinnovo del contratto con lo Yokohama lo ha riempito di gioia: “Ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto in tutti questi anni, dai compagni ai tifosi”. Che vuole continuare a far esultare a modo suo: gonfiando le reti avversarie.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti