Una petizione per la Giornata Nazionale della Musica Classica

Il Genoa International Music Youth Festival lancia una raccolta firme per istituire la Giornata Italiana della Musica Classica. Ecco l’iniziativa.

12 Maggio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Il Genoa International Music Youth Festival (GIMYF), festival giovanile diretto dal Maestro Lorenzo Tazzieri, lancia una petizione in rete per istituire la Giornata Nazionale della Musica Classica. “Il valore della musica classica è universale ma questo non significa che continuerà necessariamente a essere amata e ascoltata in futuro”, spiega Tazzieri. Da qui l’idea di un raccolta firme il cui obiettivo è far dedicare il 31 luglio alla Musica Classica in omaggio alla cultura italiana.

“È un primo passo – aggiunge il Maestro – una piccola azione per innescare un grande cambiamento: mobilitare tutti coloro che operano nel settore, dalle istituzioni alle associazioni passando per i professionisti e i colleghi che fanno formazione a ogni livello, fino al pubblico di appassionati”. Attivo su Change.org, l’appello per l’istituzione della Giornata Nazionale della Musica Classica mira a raccogliere 10mila firme.

Solo raggiunta tale soglia, la petizione potrà essere sottoposta al Ministro della Cultura Dario Franceschini e al Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, chiedendo l’ufficializzazione della ricorrenza. “L’obiettivo è stimolare una narrazione della Classica più inclusiva, giovane e dinamica – continua Tazzieri – mostrando per esempio che, come il rap o la trap, anche questa musica può dare agli adolescenti le risposte che cercano. La speranza per il futuro è che la ricorrenza nazionale possa diventare un appuntamento internazionale”.

L’iniziativa che parte dai giovani vuole, dunque, raggiungere un target che negli ultimi anni si sta avvicinando alla musica classica. I dati forniti dal Genoa International Music Youth Festival parlano, infatti, di un pubblico che per il 35% è formato da under 25. Una sorta di ‘zoccolo duro’ che può rilanciare tra i coetanei l’amore per un genere spesso sentito lontano. E coinvolgere i giovani musicisti è proprio uno degli inviti contenuti nel decalogo per divulgare il patrimonio musicale italiano.

Un impegno, quello del GIMYF, che verrà ribadito anche in occasione del concerto in programma il prossimo 31 luglio in collaborazione con il Liceo Pertini di Genova. L’evento fa parte della terza edizione della kermesse al via l’11 luglio con il concerto dei Carmina Burana in collaborazione con il Coro Lirico Siciliano.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti