Valencia non è mai tranquilla per Valentino Rossi

Nel 2015 ci perse il Mondiale, quest'anno ha avuto problemi di altro genere

Nel corso del weekend è andato in scena l’ultimo Gran Premio della stagione della MotoGp che ha visto lo spagnolo Jorge Lorenzo festeggiare la vittoria alla sua ultima gara con la Yamaha prima del passaggio in Ducati nella prossima stagione. Il centauro maiorchino ha comandato la corsa dall’inizio alla fine, precedendo il campione del mondo Marc Marquez e Andrea Iannone.

Proprio il Ducatista è stato protagonista di un accesissimo duello con Valentino Rossi, giunto quarto al traguardo, e che a fine gara le ha mandate a dire al connazionale: “Chiedetelo a lui… Come è successo anche in Malesia, quando lo superi, lui vuole risuperarti, non c’è mai strategia, è sempre lotta all’ultimo sangue. Iannone non pensa mai a quello davanti, ma a chi ha vicino in quel momento“.

Quello di Valencia è però stato un weekend molto tribolato per il ‘Dottore’ che sabato nel paddock era entrato in contatto con una donna bionda. Il pilota di Tavullia, mentre procedeva spedito a bordo di uno scooter, ha urtato violentemente una tifosa che arretrava mentre stava scattandosi un selfie. Le immagini hanno subito fatto il giro del web dopo che a postarle è stato un utente spagnolo di Facebook (video preso da Facebook).

Chiedo scusa anzitutto alla signora, e spero che stia bene, ma nel paddock la vita è diventata impossibile – aveva poi commentato Rossi in conferenza stampa -. Quando esco dal motorhome mi si fanno addosso, mi prendono il cappellino, mi toccano. Oggi ho accelerato con lo scooter per uscire da un assembramento e me la sono trovata di fronte, ho avuto anche paura di cadere”.

“Succede qui a Valencia, ma anche altrove – ha proseguito -, ormai girare per il paddock, dove noi lavoriamo, è un problema. C’è l’entusiasmo dei tifosi, è molto bello, ma è anche difficile. A volte devo anche schivare schiaffetti e spinte, forse serve una soluzione”, le parole riportate dall’Ansa.

Le scuse del numero 46 non sono però state sufficienti a chiudere la questione. “Non accetto le sue scuse, potrei denunciarlo“, ha infatti minacciato Ana Cabanillas, la donna colpita, ai microfoni di ‘Cadena Cope’.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti