Var e arbitri: regolamento e utilizzo della moviola in campo

Il Var sta rivoluzionando il mondo del calcio. Ecco i segreti e le regole per l'utilizzo della moviola in campo

Il Var è la grande novità di questo campionato. Il termine è l’acronimo di Video Assistant Referee e significa assistente arbitro al video oppure video assistente arbitrale, anche se tutti l’hanno soprannominato “moviola in campo”.

Nelle nuove partite l’arbitro centrale, a cui spetterà la decisione finale, è sempre in collegamento con due colleghi situati in una postazione con quattro video. Tramite i monitor i tecnici hanno la possibilità di rivedere tutte le azioni ed eventualmente di comunicare dubbi su scorrettezze che potrebbero essere sfuggite durante l’azione in campo.

L’impiego del Var è stato autorizzato nel giugno 2016 dall’International Football Association Board. Dopo una sperimentazione andata a buon fine, la Fifa ha annunciato il suo utilizzo nella Confederations Cup e in Russia nel Mondiale 2018.

Come funziona il Var? Il regolamento prevede una particolare procedura, con regole internazionali che guidano il funzionamento del Video Assistant Referee. Per prima cosa l’arbitro può informare il Var (o viceversa) che una decisione andrebbe rivista alla moviola. A questo punto il video viene visualizzato dai tecnici, che poi informano l’arbitro tramite auricolare. Quest’ultimo può scegliere di visionare il filmato oppure di accettare l’indicazione ricevuta.

Il regolamento del Var stabilisce anche le situazioni in cui si può applicare la moviola in campo. Gli ambiti previsti sono gol, rigori, espulsioni e scambi di persona. I giocatori non possono in alcun modo richiedere l’uso del Var e se lo faranno verranno ammoniti (se si trovano in campo) o espulsi (se sono in panchina). Sono previste anche sanzioni per chi entra nella zona review.

Quando l’arbitro ha bisogno dell’aiuto del Var il gioco viene interrotto. Mentre il direttore di gara prende la sua decisione in televisione i tifosi continuano a vedere cosa accade in campo, mentre subito dopo viene proposto il replay.

Fra le tante novità introdotte dal Var, anche l’addio degli arbitri d’area, che sono stati sostituiti da quelli agli schermi, indicati anche nelle designazioni arbitrali. La Supercoppa Juventus-Lazio è stata l’ultima partita che li ha visti scendere in campo, anche se continueranno ad esserci in Europa e Champions League.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti