Vede la moto di Rossi: l'incredibile reazione del bambino

Il video con protagonista il piccolo fan del Dottore sta facendo il giro del web.

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: Screenshot tratto da LeggoTv

Da qualche ora il web ha una sua piccola nuova star.

Stiamo parlando di un bambino, piccolo fan di Valentino Rossi, protagonista di un video che lo ritrae a pochi metri dalla pista del circuito in cui il suo campione sta gareggiando.

Il piccolo tifoso, che indossa una maglia con su scritto il numero 46 a dimostrare il grande tifo per il Dottore, al passaggio del suo idolo è in estasi: batte le mani, salta e sorride come se avesse visto la cosa più bella al mondo.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO.

Una reazione davvero incredibile per il bambino di due anni che anche nel Gp di San Marino ha potuto apprezzare la grande prova di Valentino Rossi che si è dovuto però arrendere ad uno straordinario Pedrosa.

Il Dottore ha chiuso al secondo posto riuscendo a recuperare qualche punto a Marc Marquez che non è andato oltre il quarto posto. Ora la distanza che separa i due in classifica è di 43 punti.

La gara di Misano sarà però ricordata anche per la polemica che a fine gara è scoppiata tra Jorge Lorenzo e Valentino Rossi.

I due hanno battibeccato in conferenza stampa: sotto accusa, da parte di Lorenzo, il sorpasso che il Dottore ha attuato ai suoi danni durante la corsa. “La manovra è aggressiva, forse troppo. Poteva non farlo, ma è il suo stile, altri piloti sorpassano in maniera più pulita”.

 Rossi ha risposto alla provocazione dello spagnolo con una risata finendo per innervosire ancor di più Lorenzo che ha chiuso così il discorso: “Rispetta la mia opinione, non ridere, la direzione di gara avrà un’altra opinione. Se non tolgo la moto, cado. Non serviva fare così, oggi sei stato il migliore non avevi bisogno di essere così aggressivo mi avresti sorpassato prima o poi”.

Intanto le parole rilasciate da Carlo Pernat, storico manager di Andrea Iannone, riguardo i gay in Motogp stanno facendo discutere.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti