Venduto su eBay un rarissimo album solista di Dave Grohl

Un raro album di David Grohl del 1992 è stato venduto su Ebay, in formato musicassetta, per 565 dollari

Una copia di un rarissimo album solista del frontman dei Foo Fighters, Dave Grohl, è stata venduta per 500 euro da un utente su eBay.

Il disco in questione risale al 1992, e contiene una serie di demo assemblate da Dave Grohl due anni dopo il suo ingresso nella band dei Nirvana. Inizialmente intitolato Pocketwatch”, il lavoro è stato successivamente pubblicato con il nome di Late!”, come si può leggere anche a chiare lettere sulla copertina. Per ottenerlo, un misterioso acquirente ha sborsato 565 dollari, ovvero poco più di 500 euro. Un affare non di poco conto, considerando che l’asta si è protratta solo per poche ore.

Nell’annuncio su Ebay, l’utente ha spiegato di aver acquistato l’album nel 1994: « rara musicassetta acquistata con un ordine via email e contentente alcuni brani di Dave Grohl, rieditati successivamente per i Nirvana o i Foo Fighters» ha scritto nella descrizione. I dieci brani che compongono l’opera sono: “Pokey the Little Puppy”, “Petrol CB”, “Friend of a Friend”, “Throwing Needles”, “Just Another Story About Skeeter Thompson”,”Color Pictures of a Marigold”, “Hell’s Garden”, “Winnebago” (Grohl, Geoff Turner), “Bruce”,  e “Milk”.

Dave Grohl è stato il batterista dei Nirvana fino al 1994, pubblicando ben 12 lavori con la band, tra cui l’indimenticabile “Nevermind”. Successivamente ha fondato i Foo Fighters, insieme ai quali ha rilasciato  9 album.

L’ultimo lavoro della band, “Concrete and gold”, risale al 2017. Prodotto da Greg Kurstin, l’album contiene i singoli “Run”, “The Sky Is a Neighborhood” e “The Line”, e vanta la collaborazione di ospiti d’eccezione come Shawn Stockman dei Boyz II Men, Paul McCartney e Justin Timberlake. Per quanto riguarda i testi, composti in gran parte da Dave Grohl, sono stati ispirati soprattutto dal clima politico che si respirava durante le Elezioni presidenziali negli Stati Uniti d’America del 2016 e nel periodo della Presidenza di Donald Trump.

Il gruppo è attualmente impegnato con una serie di concerti in diverse parti del mondo, ma non esclude la possibilità di tornare presto a lavorare su del nuovo materiale, scongiurando qualsiasi voce di un possibile scioglimento o di un momentaneo ritiro dalle scene: «Non potrei vivere senza i tour. Non li considero nemmeno un lavoro. Non ho mai pensato ‘ oggi non ho voglia di salire sul palco davanti a 30.000 persone che cantano le mie canzoni” ha dichiarato di recente Grohl. Insomma, sentiremo parlare dei Foo Fighters ancora a lungo.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti