Videochiamata con Babbo Natale: scegli il giorno e l'ora

Sembra ancora molto presto, ma in Australia si stanno già organizzando: ecco come regalare ai bambini la gioia di una chiacchierata con Santa Claus

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Iniziano già a circolare sul web quei simpatici meme con la scritta “100 giorni a Natale”, che causano reazioni disperate in chi si strugge per la fine dell’estate ed entusiaste in chi invece aspetta con ansia l’arrivo della stagione fredda.

Al momento fa ancora caldo praticamente in tutta Italia, ma niente vieta di dare un’occhiata alle iniziative che si stanno già pianificando in giro per il mondo sul Natale: certamente quest’anno le festività saranno diverse dal solito ed è molto probabile che i cari vecchi Babbo Natale da centro commerciale, che prendono in braccio i bambini per una foto, non saranno in circolazione. Santa Claus con la mascherina non ce lo vediamo proprio! (Ecco come ricevere la risposta alla letterina)

In Australia hanno pensato ad una soluzione per il problema con una videochiamata su Zoom, uno strumento di lavoro che è entrato a far parte della vita di tutti noi in quarantena e che è stato molto usato anche per aperitivi in streaming, corsi scolastici, lezioni e molto altro.

La Straight Down The Line Promotions, azienda che da 25 anni invia i suoi Babbo Natale in giro per eventi in tutto il paese, ha deciso di non privare i bambini del loro incontro con Babbo e di mettere a disposizione, dal 13 novembre, una videochiamata con lui a chi ne fa richiesta.

Chiedere il servizio è semplice: basta registrarsi sul sito e scegliere giorno e ora, si riceverà una mail con tutte le informazioni e bisognerà solamente aspettare la data fatidica. I Babbo Natale che parleranno con i bimbi sono tutti laureati alla scuola di Santa Claus e assolutamente verosimili: se c’è qualche “aiuto” (barba o pancia finta) sarà praticamente impossibile da capire. Tutto questo giustifica il costo della videochiamata, che non è trascurabile: 199 dollari australiani (circa 122 euro) per l’intero servizio (intanto potete provare a chiamare IronMan, il numero esiste ed è pubblico!)

Una bella idea quella degli australiani, che speriamo qualcuno possa presto replicare anche nel nostro paese per restituire ai bambini la gioia del Natale anche Babbo Natale in carne ed ossa!

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti