Virginia Raggi indagata per abuso d'ufficio e falso in atto pubblico

Per il caso Marra

Roma, 24 gen. (askanews) – Abuso d’ufficio e falso in atto pubblico, sono queste le accuse per cui è indagata la sindaca di Roma Virginia Raggi, nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Roma sulle nomine in Campidoglio. La prossima settimana sarà sentita dai magistrati.

“Oggi mi è giunto un invito a comparire dalla Procura di Roma nell’ambito della vicenda relativa alla nomina di Renato Marra a direttore del dipartimento Turismo che, come è noto, è già stata revocata. Ho informato Beppe Grillo e adempiuto al dovere di informazione previsto dal Codice di comportamento del MoVimento 5 Stelle”. Così la sindaca di Roma sulla sua pagina Fb. “Ho avvisato – ha proseguito – i consiglieri di maggioranza e i membri della giunta e, nella massima trasparenza che contraddistingue l’operato del M5S, ora avviso tutti i cittadini. Sono molto serena, ho completa fiducia nella magistratura, come sempre. Siamo pronti – ha concluso – a dare ogni chiarimento”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti