Virginia Raggi sarà a Sanremo: ecco come

Secondo le ultime indiscrezioni Virginia Raggi potrebbe presto arrivare al Festival di Sanremo: ecco come!

Fonte: Twitter

Virginia Raggi sarà a Sanremo. A rivelarlo alcune indiscrezioni secondo cui la sindaca di Roma, sbarcherà al Festival, non in carne ed ossa però, ma grazie all’imitazione di Virginia Raffaele. L’imitatrice e comica infatti dovrebbe essere fra gli ospiti che saliranno sul palco dell’Ariston, dove potrebbe proporre un’imitazione della sindaca del Movimento Cinque Stelle, da sempre al centro di gossip e polemiche.

A lanciare il gossip era stato prima di tutto il conduttore radiofonico Pierluigi Diaco, che ha scritto: “Fibrillazioni in ambienti Rai per la probabile imitazione di Virginia Raggi da parte di Virginia Raffaele”.

La notizia non è stata confermata dalla comica né da Carlo Conti o da altri membri dello staff del Festival di Sanremo. Nei giorni scorsi si era parlato molto dello sketch comico della Raffaele alla kermesse e si era parlato anche di una possibile imitazione di tipo politico, quella di Melania Trump, first lady degli Stati Uniti.

Chi la conosce però afferma che Virginia Raffaele starebbe preparando in gran segreto il suo intervento sul palco dell’Ariston e che solamente il suo staff è a conoscenza di quali saranno i personaggi che imiterà. Non solo: la Raffaele avrebbe preparato vari sketch ipotetici e sceglierà solo alla fine quali portare a Sanremo e quali no. Insomma: intorno al suo intervento c’è grande segretezza e solo Carlo Conti e pochi altri ne conoscerebbero i dettagli.

Un’imitazione di Virginia Raggi potrebbe portare non poche polemiche al Festival di Sanremo, proprio come è accaduto per altre imitazioni politiche della comica, prima di tutto quella della ministra Maria Elena Boschi durante una puntata di “Ballarò”. All’epoca la performance della comica fece infuriare il Pd, così tanto che Michele Anzaldi, membro della Commissione di Vigilanza Rai, decise di scrivere una lettera di protesta alla presidente della Rai Anna Maria Tarantola: “Si chieda se l’imitazione della Boschi è servizio pubblico” recitava la lettera in cui Virginia Raffaele veniva accusata di fare satira sessista.

Pochi giorni dopo la stessa Maria Elena Boschi aveva deciso di mettere fine alle polemiche, dando il suo benestare all’imitazione: “Virginia Raffaele è una imitatrice straordinaria – aveva detto -. A me piace molto. Sull’imitazione di Ballarò ho riso sopra. Basta polemiche”. Anche Virginia Raggi reagirà così?

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti