Volete una memoria di ferro? Usate questo trucco millenario

Un antichissimo sistema per potenziare la propria memoria è stato testato scientificamente. Vediamo di cosa si tratta

Nell’antica Grecia è stato inventato di tutto. Molti storici sostengono che sia stata la culla di tutta la cultura occidentale. Diversi esperti di mnemotecnica si ritengono debitori del gran lavoro svolto dal poeta Simonide di Ceo. Nato nella piccola Iuli, giunse ad Atene a seguito dell’elevata notorietà che ottennero le sue poesie. Anche se gran parte della sua produzione è andata perduta, di lui sappiamo che fu un vero innovatore.

Ciò che però di lui rimane è una tecnica che ancora oggi è molto utilizzata dagli esperti di memoria. In molti si chiedono come fare per ricordare quante più cose possibili. Si tratta di uno strumento che potrebbe essere utile in tanti settori, anche lavorativi, ma può essere anche un valido alleato per la nostra quotidianità.

La tecnica

Il poeta, per ricordare tutti i vari passaggi delle sue liriche e non sfigurare durante le sue performance, era solito fissare degli oggetti circostanti ed attribuire a questi le parole o gli argomenti memorizzati. In pratica se si fissa un oggetto, attribuendogli un frammento di ciò che dobbiamo tenere a mente, nel momento del bisogno, basta rievocare la cosa stessa e con essa, il nostro cervello, recupererà l’informazione a noi necessaria.

Di recente sul “The Guardian” un anonimo ha pubblicato una notizia relativa ad una ricerca che riguarda proprio questo metodo. Alcuni studiosi hanno controllato diverse persone, spingendole a ricordare utilizzando questa tecnica. Il risultato è stato sorprendente. Non solo è stata confermata l’utilità di questa tecnica, ma addirittura si è osservato che, in questo modo, il cablaggio celebrare viene modificato, in maniera sottile ma potente. In pratica ne traggono beneficio anche le connessioni delle sinapsi che risultano potenziate.

Cervello e memoria

L’uomo da sempre si è chiesto come fare per potenziare il proprio cervello e nello specifico la propria memoria. In primis, perché in tanti ambiscono ad accrescere le proprie potenzialità cerebrali, per ottenere maggior successo. Inoltre, col tempo si cerca di lottare contro malattie quali demenza e Alzheimer.

Le ultime scoperte riguardano l’incredibile fusione di cioccolata e caffè. Pare che questa miscela permetta di migliorare la propria mente, senza alcun danno collaterale. Per quanto concerne la memoria diverse sono le tecniche per migliorarla. Fra queste vi è quella di ascoltare il rumore dell’acqua. 

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti