Voli spaziali: nessuno ha pensato alla sicurezza

I viaggi turistici nello spazio non sono sicuri: l'assurda decisione del governo statunitense

Fonte: Instagram

Il turismo spaziale diverrà a breve una realtà. Persone particolarmente abbiente potranno permettersi di volare nell’universo, come se fossero degli astronauti. Questo settore, però, potrebbe essere frenato da una recente notizia. Gli esperti del settore hanno infatti lanciato un allarme, sottolineando che Space X, Virgin Galactic, Boeing e Blue Origin, non hanno alcun mezzo per garantire un viaggio sicuro al 100%.

In parole povere, le varie agenzie di turismo spaziale andranno a tentoni. Le prime persone che sceglieranno di imbarcarsi fungeranno da cavie. Questo perché l’Agenzia del Dipartimento dei Trasporti Statunitense limita alle sue competenze per quanto riguarda l’aviazione civile. Non è dunque obbligata a mettere in norma i voli turistici. Dovranno essere le agenzie ad occuparsene. Le norme americane, infatti, puntano alla totale libertà delle imprese che possono sperimentare come meglio credono.

Lo Space Act del 2015

Nel 2015 è stato redatto lo Space Act relativo al commercio. Questi estende fino al 2025 il periodo di apprendimento entro il quale si dovranno stabilire i parametri di sicurezza. In pratica, secondo questo trattato, a seconda dei risultati che si otterranno, lanciando cittadini comuni nell’universo, saranno poi varate le norme per stabilire cosa bisogna fare e cosa no, per dare ai futuri viaggiatori il massimo nella sicurezza.

In altri termini se accadranno degli incidenti, si valuterà cosa è successo nello specifico e si cominceranno a produrre sistemi di sicurezza, obbligatori per legge. Attualmente dunque, tutte le agenzie hanno totale libertà di manovra. Ovviamente, coloro che pagano per poter essere lanciati nell’universo dovranno firmare una liberatoria, con cui si deresponsabilizza la società organizzatrice dei viaggi.

Le conoscenze relative allo Spazio

Conosciamo davvero così bene lo Spazio per permettere tutto ciò? Certo di progressi nel settore sono stati fatti e non pochi. Tuttavia, tante sono le cose che ancora non riusciamo a capire e queste potrebbero presentarsi nel momento preciso in cui si lanciano nell’universo gente impreparata. Proprio in questo periodo si sta avvicinando un oggetto sconosciuto verso la Terra e non sappiamo assolutamente cosa sia.

Eppure Elon Musk ha garantito che già dall’anno prossimo avremo i primissimi viaggi turistici spaziali. Frutto di ciò la sua collaborazione con la Space X. Tuttavia, dopo le recenti notizie, avranno modo di rivedere le loro decisioni?

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti