Vuoi arredare al meglio la casa? Non commettere questi errori

Se state pensando di rinnovare l’arredamento, attenzione a non sbagliare: ecco i consigli degli interior designer per non commettere errori.

19 Novembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Abitare in un ambiente comodo e ben organizzato non è mai stato così importante come in questi ultimi mesi, in cui l’emergenza sanitaria da coronavirus costringe gran parte della popolazione mondiale in casa. Poter usufruire di spazi puliti e in ordine (sapevate che pulire casa rende felici?), che garantiscono comfort e benessere è un’esigenza irrinunciabile (anche in bagno!). Per questo, se vi è venuta voglia di cambiare l’arredamento della vostra abitazione, potreste farvi consigliare dagli esperti. Insider ha consultato alcuni dei più famosi interior designer, chiedendo loro qualche consiglio per arredare al meglio la casa senza commettere errori.

Innanzitutto, va detto che per organizzare il proprio spazio abitativo bisogna lasciarsi ispirare non tanto dalle tendenze del momento ma da quelle che sono le nostre reali esigenze: cosa cerchiamo dal nostro appartamento? In definitiva, non sono le mode passeggere a creare un ambiente accogliente e confortevole, ma i mobili e gli oggetti giusti.

Gli interior designer interpellati bocciano senza appello il pavimento in rovere: il legno chiaro – ammettono – è vero che illumina lo spazio ma non aggiunge profondità alla casa. Via anche i pannelli di legno alle pareti che creano un ambiente rustico: vanno bene solo se abitate in una fattoria. No allo stile industriale: non solo è passato di moda, ma risulta particolarmente freddo per un ambiente domestico che dovrebbe invece infondere calore a chi lo abita.

È tempo anche di abbandonare l’idea di inserire complementi d’arredo, come sedie e poltrone, di un colore a caso, in netto contrasto con lo scenario cromatico della stanza. Da evitare anche le tonalità contrastanti come il bianco e il nero, che consegnano un’immagine poco armoniosa.

Gli inerior designer decretano anche la fine dei mobili a specchio, così in voga negli anni ’80 e recentemente tornati di moda: meglio mobili opachi, aggiungendo eventualmente gli specchi come pezzi decorativi.

Tv a schermo piatto a vista? Un lontano ricordo: gli esperti suggeriscono di non esibire l’amato elettrodomestico ma di custodirlo in appositi armadietti. In questo modo si avrà maggiore libertà per poter arredare meglio la casa.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti