Vuoi avere una buona postura? I consigli degli esperti

Lunghe ore di lavoro seduti possono avere ripercussioni pericolose per la schiena e non solo: ecco come evitarle

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Il lavoro d’ufficio impone lunghe ore seduti a una scrivania e lo smartworkingche da un anno a questa parte è entrato nelle nostre vite, ha addirittura peggiorato questa situazione, costringendoci a trascorrere intere giornate su una sedia davanti a uno schermo con inevitabili ripercussioni sulla salute anche della schiena. E che dire poi di tutte le volte che abbassiamo la testa sullo smartphone, per controllare email o per chattare con gli amici? Eppure assumere sempre una postura corretta è importantissimo per il benessere dell’organismo.

Saper stare seduti nel modo giusto consente alle ossa di sostenere il peso del corpo, e permette ai muscoli di lavorare il meno possibile. Al contrario, posture scorrette portano i muscoli a fare sforzi eccessivi. Non è solo la schiena a essere interessata da problemi derivanti dalla postura sbagliata: ne possono derivare infatti anche mal di testa, problemi di respirazione e persino gastrointestinali.

Per ovviare a questi inconvenienti gli esperti consigliano, oltre a una serie di esercizi da ripetere 10 volte almeno una volta al giorno che nel giro di poche settimane portano miglioramenti evidenti, anche l’adozione di alcuni trucchetti. Innanzitutto cercare di trascorrere meno tempo seduti. È la prima regola, la più semplice. Ma come fare se si svolge un lavoro molto sedentario? Camminare per la stanza durante i meeting, stare in piedi o camminare anche nel corso di telefonate ad esempio, o usare una scrivania per lavorare in piedi.

Se proprio non si può fare a meno di stare seduti, almeno ci si deve premurare che la sedia abbia un buon supporto, tenere ginocchia e piedi piegati a formare un angolo di 90 gradi e posizionare lo schermo (del pc ma anche dello smartphone) al livello degli occhi, mentre la tastiera a quello del gomito. In una condizione ideale, inoltre, i gomiti dovrebbero aderire quanto più possibile ai fianchi.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti