Vuoi dimagrire? Allora mangia le noccioline

Le noccioline americane, o arachidi, hanno insospettabili benefici per il nostro organismo: aiutano persino a perdere peso, ma non esagerate!

Quanti di voi vanno matti per le noccioline americane? Tostate, calde e salatissime, le arachidi rappresentano lo snack principale e immancabile per un aperitivo al bar con gli amici e anche se le calorie per 100 gr. non sono poche (ben 567), possiamo affermare che facciano bene al nostro organismo e anzi – se mangiate costantemente ma con moderazione – aiutano anche perdere peso (questi 5 alimenti, invece, sembrano light ma non lo sono affatto).

Com’è possibile? Una premessa è d’obbligo: le noccioline americane non sono da considerarsi frutta secca nel senso stretto del termine, come le noci o le mandorle, ma sono legumi al pari di lenticchie, ceci o fagioli e per questo motivo forniscono all’organismo un’elevata dose di grassi buoni (principalmente monoinsaturi), fibre e proteine vegetali oltre che una gran quantità di vitamine e minerali.

La presenza di grassi buoni contribuisce a tenere sotto controllo l’indice glicemico e limita il senso di fame: in particolare la combinazione di tre macro-nutrienti come le proteine, i carboidrati e i grassi attiva – secondo gli esperti – il centro cerebrale della sazietà. L’effetto di pienezza è prolungato nel tempo, inoltre si fa il pieno di energia combattendo la stanchezza cronica.

Non solo: i benefici comprovati delle noccioline sono anche legati alla salute del nostro cuore poiché grazie all’azione combinata del potassio, del magnesio, della vitamina B3, del ferro (anche i pistacchi ne sono ricchi), e ancora dell’acido oleico e di altri antiossidanti, le arachidi favoriscono la riduzione dei trigliceridi e del colesterolo cattivo (LDL), aumentando contemporaneamente i livelli di quello buono (anche i formaggi hanno effetti positivi).

Mangiare una manciata di arachidi regolarmente, inoltre, riduce del 30% il rischio di sviluppare il diabete, contribuisce a prevenire il cancro del colon (tra i più diffusi e deleteri) e secondo i nutrizionisti, la niacina (vitamina B3) protegge dal declino cognitivo e contrasta lo sviluppo dell’Alzheimer.

Insomma, considerati gli innumerevoli vantaggi e la deliziosa bontà delle noccioline, l’apporto calorico passa decisamente in secondo piano!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti