Vuoi dormire bene? Abbassa la temperatura dei termosifoni

L'insonnia è un disturbo molto diffuso ma potenzialmente anche molto dannoso: se non prendi sonno facilmente, prova ad abbassare il termostato

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Il sonno è una delle cose più preziose per la salute umana (sai perchè si dice “dormire il sonno del giusto”?): quando non si riesce a riposare come si dovrebbe si accusano subito disturbi all’attenzione e alla memoria, ma i danni arrivano anche nel lungo termine. Ecco perchè non bisogna sottovalutare la mancanza di sonno, ma rivolgersi subito al medico per consigli ed eventualmente medicinali da farsi prescivere.

L’insonnia è un sintomo di secondo grado, cioè si accompagna in genere ad un disturbo primario che la induce: può essere ansia, stress o altra patologia che va individuata. In genere, per valutare il disturbo e la sua natura, occorre sgombrare il campo dalle cattive abitudini legate al sonno e osservare se la situazione migliora: in molti casi infatti succede proprio questo.

Gli esperti del sonno consigliano di creare tutta una serie di routine legate al riposo: una passeggiata, una doccia, va bene anche un programma televisivo, purchè sia qualcosa che riconduce al sonno. Dopo una giornata molto stressante è impossibile pensare di fermarsi improvvisamente e dormire, è necessario prima rallentare e comunicare al proprio organismo che ci si sta predisponendo allo “spegnimento” (prova a mangiare le ciliegie prima di dormire!)

La cena dovrebbe essere finita almeno tre ore prima dell’ora in cui si vuole dormire e anche la doccia, che d’inverno è solitamente tiepida, non deve essere immediatamente precedente all’entrata sotto le lenzuola: dobbiamo dare al corpo il tempo di raffreddarsi.

Un altro utile espediente è proprio quello di abbassare la temperatura dei termosifoni: si dorme bene quando nella propria stanza da letto ci sono fra i 15 e i 18 gradi, ma per i più freddolosi si può arrivare eccezionalmente ai 20. Se durante il giorno il termostato è più alto, la sera è il momento giusto per abbassarlo: è un altro segnale per il corpo che si sta andando a letto.

Un pasto leggero, una cena tiepida, occhi lontani dalla luce blu di schermi e telefoni e un momento di relax tutto per sè: con queste condizioni, il sonno dovrebbe arrivare da solo…

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti