Zaza umiliato dai suoi nuovi tifosi

Inizio di avventura inglese molto difficile per l'ex Juventus.

Fonte: Getty Images

La pazienza nei confronti dei nuovi acquisti evidentemente non manca solo in Italia, ma anche nel campionato inglese. Piovono già tantissime critiche nei confronti di Simone Zaza da parte dei tifosi del West Ham, che pare abbiano già bocciato l'Azzurro dopo appena tre apparizioni con la maglia degli Hammers.

L'umiliante sconfitta contro il West Bromwich Albion ha mandato su tutte le furie i fans, che hanno scaricato buona parte delle colpe sull'ex punta della Juventus, sostituita all'intervallo dopo un primo tempo effettivamente disastroso.

"Il più grande flop della storia del West Ham", "Pessimo, un acquisto sbagliato", "Un fantasma", "Non vale 25 centesimi", "Sono scioccato da quanto facciano schifo Zaza e Calleri. Abbiamo bisogno di inchinarci davanti a Sakho e chiedergli di tornare in squadra. E molto meglio", "Zaza è il Carlton Cole italiano", "Zaza, Calleri, Nordtviet e Tore sono tutti piscio di gatto", "Ci sono vecchietti al mercato di Green Street che vendono banane con un tocco più morbido di Zaza!!".  sono solo i giudizi meno pesanti su Twitter nei confronti del giocatore, coperto dagli insulti.

Zaza era già stato oggetto in passato di una vera e propria bufera sui social, dopo il rigore sbagliato contro la Germania: "Io mi assumo le mie responsabilità come ho sempre fatto, e vado avanti, consapevole che questo gruppo ha reso fieri gli italiani…quelli VERI. Quelli che hanno sempre tifato per Noi, indipendentemente dal valore della squadra. Quelli che prima di ogni partita cercavo di 'spiare' e guardare negli occhi, per capire che non eravamo solo 23 in campo, ma un popolo intero… E soprattutto voglio dire che sono anche io un tifoso di questa nazionale, percio' oltre ad essere deluso, triste e incazzato con me stesso, sono anche orgoglioso di aver visto risvegliata una nazione differente da tutte le altre. Cio' che e' successo me lo portero' dentro per tutta la vita. Era il momento piu' importante della squadra, anche ovviamente mio. Ed io l'ho fallito. Forse tra qualche anno si ricorderanno solo alcuni episodi e non di quei 23 che hanno dato l'anima in ogni allenamento per essere pronti partita dopo partita. Ma questo e' il calcio, ed e' cosi'. Scusate ancora", era stato il commento amaro del giocatore, che sperava di trovare più calma e tranquillità in Inghilterra. Non è stato così.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti