Imperdibili

Che differenza c'è tra duomo, cattedrale e basilica

La differenza che c'è tra duomo, cattedrale e basilica è principalmente una questione di importanza. Ecco come differiscono fra loro

Fonte: flickr

La differenza che c’è tra duomo, cattedrale e basilica è molto importante e spesso si può creare una confusione tale da commettere errori. Infatti, per basilica si intende, letteralmente, la casa del Signore. Quest’accezione prende origine dall’unione di due termini greci: basileus che significa re e oikos che è la casa. Attenzione, però, è sbagliato pensare che, siccome ogni chiesa è la casa del Signore, allora tutte le chiese possano essere denominate basiliche. Infatti, si attribuisce questa accezione soltanto in presenza di due importanti elementi: importanza e valore artistico.

Oltre a questi, comunque, la basilica, per poter ottenere tale denominazione, deve possedere gli strumenti necessari per conservare il decoro richiesto dal titolo. Invece, per quanto riguarda il duomo, esso prende il nome non dal greco bensì dal termine latino domus che, letteralmente, significa casa. In linea di massima, quindi, il significato etimologico è pressoché identico a quanto vale per la basilica, però, presenta una differenza rilevante: il duomo è la chiesa più importante di una città, all’interno della quale alloggiava l’aciprete che presiedeva al presbiterio della città in questione.

In Italia, basti pensare all’importanza che il Duomo di Milano rappresenta per tutta la città. È un punto di riferimento per gli abitanti e i turisti. Comunque, un’altra differenza che c’è tra duomo, cattedrale e basilica consiste nel fatto che, solitamente, il duomo presenta uno stile gotico, caratterizzato da pilastri e volte che ne esaltano l’architettura. Infine, vi è ancora un’altra grande particolarità: se il duomo è ubicato presso una città che è sede vescovile, allora prende il nome di cattedrale.

Per quest’ultima si intende, letteralmente, la chiesa principale di tutta la diocesi, così denominata perché al suo interno è presente il trono, o anche chiamata cattedra, del vescovo. Ne è un esempio il celeberrimo Duomo di Firenze, in splendido stile gotico italiano, anche conosciuto come la Cattedrale di Santa Maria del Fiore. Insomma, la principale differenza che c’è tra duomo, cattedrale e basilica consiste prettamente in una questione di importanza. Non solo, comunque, gli edifici fra loro differiscono pure per l’architettura con la quale sono stati edificati, che, in alcuni casi, è molto dissimile anche fra edifici risalenti al medesimo periodo.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati