Come riordinare i cassetti pieni di cianfrusaglie in modo facile

Riordinare i cassetti è facile ed economico. Vediamo alcuni modi per tenere la vostra chincaglieria sotto controllo

Fonte: flickr

Riordinare i cassetti pieni di cianfrusaglie può essere molto facile ed economico. Tutti noi abbiamo almeno un cassetto nel quale riponiamo oggetti che non hanno uno posto specifico a loro consacrato o tutto ciò che non abbiamo il coraggio di buttare via definitivamente: batterie, biglietti d’auguri, cerotti, chiavi, etc. Essendo uno spazio fluido, la soluzione migliore per fare ordine è il fai-da-te. Non è, infatti, necessario progettare una soluzione permanente fatta su misura, bensì è sufficiente utilizzare qualcosa di poco costoso e semplice da afferrare, modificare e implementare.

La prima proposta per riordinare i cassetti è il portaposate, una buona soluzione per sistemare penne, matite e graffette; si può scegliere in diversi materiali, come ad esempio legno, plastica o anche rete metallica. Per organizzare gli spazi possono inoltre essere riutilizzate vecchie scatole di scarpe, coperchi metallici appartenenti a contenitori da cucina, ciotole, tutto ciò che presenta un bordo rialzato che faccia da delimitatore. Per suddividere gli articoli possono essere utili anche le strisce di velcro o gli elastici con i quali tenere fermi i cavi dei caricabatterie oppure ancorare graffette suddivise per colore.

Per tenere in ordine i cassetti possono essere molto utili anche le scatole delle torte o dei cereali: si può tagliare il fondo e avvolgere il resto in carta fantasia. Al fine di riporre invece la minutaglia, si può optare per le confezioni dei muffin o per i cartoni delle uova; in questo caso è possibile foderare i fondi con delle stoffe colorate. Sempre per riporre i piccoli oggetti sono efficaci le scatoline in metallo di mentine e caramelle, o le piccole scodelle in ceramica e tazze da tè, o ancora le vaschette per il ghiaccio. Ogni combinazione è ammessa e concessa.

Per mettere in ordine gli oggetti più grossi si possono riciclare i piattini e le tazze che non si usano più, magari perché rimasti spaiati. Al fine di riordinare i cassetti ampi ma poco profondi si possono poi utilizzare i vassoi o le teglie da forno, mentre per articoli piatti come i biglietti d’auguri e la posta si possono adoperare i sacchetti da freezer. Infine, in presenza di un organizzatore di cassetti trasparente in materiale acrilico si può decidere di personalizzarlo con il fai-da-te posizionando sul fondo una carta fantasia così da dare un tocco di colore ad un oggetto altrimenti anonimo.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti