Don Roberto, il prete dj che trasforma le hit in canzoni religiose

Don Roberto è un prete dj che trasforma le hit più famose del momento in canzoni religiose

Si chiama Don Roberto e non è un parroco come tanti, bensì un prete dj. Il religioso infatti ha unito l’amore per la musica a quello per Cristo, trasformando le hit più famose in canzoni religiose. Viceparroco di Genova, Don Roberto Fiscer, 40 anni, è diventato famoso sui social per le cover dei grandi successi, trasformati in canzoni dallo spirito religioso per avvicinare i giovani alla chiesa. Ed è così che “Sofia” di Alvaro Soler si è trasformata in “Eucarestia”, mentre “Andiamo a Comandare” di Fabio Rovazzi è diventata  “Ci andiamo a confessare”.

La passione per la musica di don Roberto deriva dal suo vecchio lavoro come dj nelle navi da crociera. La vocazione è arrivata nel 200 dopo il Giubileo di Roma e da allora sono tante le iniziative messe in atto dal parroco per avvicinare i giovani alla chiesa. Qualche tempo fa era balzato alle cronache per la decisione di fondare la prima discoteca cristiana in spiaggia a Arenzano, mentre poco prima aveva ideato una web radio nella diocesi di Genova.

I video delle sue canzoni postati sui social hanno raggiunto migliaia di visualizzazioni.  “La prima, Eucarestia, è più teologica e catechistica” ha spiegato don Roberto “la seconda un tormentone che, sul serio, ti fa venire voglia di confessarti“.

Le cover fanno parte di un progetto più ampio del religioso. “Il tutto” ha continuato “è stato raccolto in un musical e concerto intitolato “Guarda come vive un cristiano” che portiamo nelle parrocchie al fine di far conoscere il progetto “Radio Fra e Note”, la radio cattolica parrocchiale che si può ascoltare sul canale 702 del Digitale terrestre, su internet o app gratuite per smartphone e tablet”.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti