0, 0, 0, 1, 0, 0, 0 trend

Facebook vi leggerà il pensiero, svelato il piano di Zuckerberg

Facebook sembra mirare ad una novità sorprendente: potrebbe arrivare a leggerci nel pensiero, ecco come

Fonte: Graphicstock

Facebook è il social network più diffuso al mondo e, pur mantenendosi fedele alle caratteristiche che ne hanno determinato il successo, non ha mai smesso di innovarsi.

In aprile, tramite la pagina dedicata agli annunci di lavoro, è emersa l’esistenza di una nuova divisione fino ad allora sconosciuta e gli annunci pubblicati fanno sospettare che Zuckerberg non abbia intenzione di fermarsi.

Facebook si prepara a leggerci nel pensiero

Uno degli annunci di lavoro di Facebook riguardava un “ingegnere di interfacce neurali per un progetto del B8 di due anni focalizzato sullo sviluppo di tecnologie BCI avanzate”. B8 sta per Building 8, una divisione che lavorerebbe su progetti riguardanti realtà virtuale, intelligenza artificiale e connettività.

Il secondo annuncio che ha destato curiosità e tante teorie era invece indirizzato ad un altro ingegnere specializzato in quelle che vengono definite tecniche di neuro-imaging, ovvero tecniche sullo studio del cervello tramite immagini.

Questo tipo di posizioni aperte per il personale hanno spinto molti a sospettare che l’azienda del famoso Zuckerberg abbia in mente qualcosa di molto diverso da un semplice cambio di interfaccia o da un’aggiunta di funzioni. Una delle possibili spiegazioni sarebbe un lavoro di indagine e approfondimento sulle reazioni degli utenti a foto o video.

Il nuovo progetto di Zuckerberg

Questi piccoli indizi, all’apparenza semplici annunci per la ricerca di nuovi addetti in una divisione di ricerca dell’azienda, ad un occhio più attento potrebbero rivelare molto di più.

Sono infatti molto significativi alla luce di alcune dichiarazioni dello stesso Mark Zuckerberg: il fondatore del colosso dei social network ha infatti dichiarato la sua ambizione per lo sviluppo di un sistema telepatico. Tra i suoi progetti, ci sarebbe anche l’idea di un meccanismo che possa trasmettere i pensieri ad un amico in maniera istantanea e immediata. Zuckerberg ne ha parlato in termini di “massima tecnologia della comunicazione“.

Questo sviluppo di tecnologie futuristiche si inserisce all’interno di un più ampio progetto dell’azienda, definito proprio “missione“, spiegato bene negli stessi annunci di prima. La missione di Facebook è dare alle persone il “potere di condividere” e rendere il mondo più aperto e connesso: non ci sono dubbi che con una tecnologia simile, se verrà realizzata, sarà molto più semplice condividere ogni idea.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti