Le patatine fritte più care al mondo

Le patatine fritte più care al mondo vengono vendute in luxury box al costo di 50 euro e sono preparate con ingredienti rarissimi

Fonte: Instagram

Le patatine fritte più care al mondo sono condite con funghi giapponesi, tartufo nero e alga delle isole faroe. A idearle il birrificio svedese St. Eriks Brewer che ha avuto la brillante idea di realizzare delle patatine fritte gourmet, vendute in scatole preziose da cinque pezzi al costo di 50 euro.

Ma cosa rende queste patatine fritte così speciali? La luxury box in cui sono contenute è molto elegante e aprendola si possono ammirare cinque patatine fritte perfettamente simmetriche e identiche. La ricetta per realizzarle è stata elaborata da un grande chef, che ha deciso di usare degli ingredienti da veri intenditori. Troviamo i funghi matsutake, una delle varietà più pregiate al mondo proveniente dal Giappone, il tartufo nero e un’alga che si trova solo nelle fredde acque delle Isole Faroe.

Le patatine fritte gourmet sembrano essere un’idea vincente e, nonostante il costo decisamente esorbitante (parliamo di 5 patatine!), sono andate a ruba. Le prime 100 confezioni messe in vendita dal birrificio St. Eriks Brewer la scorsa settimana sono state vendute in pochissime e sembra ci siano già nuove richieste.

Di fronte a questo grande successo viene da chiedersi che sapore abbiano le famose patatine fritte, per piacere così tanto. Lo chef svedese Pi Le che ha ideato la ricetta, ha spiegato così la nascita del piatto gourmet: “Servono mani abili, senso del gusto e tempo per conferire ad ogni patatina l’equilibrio perfetto”. E a chi gli chiede quale sia il sapore delle famose patatine ha risposto: “svedese”.

Lo chef Pi Le ha poi svelato di aver ideato le patatine fritte in modo che i loro sapore si abbinasse in modo perfetto a quello complesso e deciso di tutte le birre St. Erik, con cui dovrebbero essere gustate.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti