Imperdibili

Telelavoro e smartworking: lavorare da casa rende felici?

Lavorare a casa è produttivo? Lo smartworking e il telelavoro rappresentano sicuramente un modo per aumentare l'indipendenza e organizzare il proprio tempo

Fonte: Pixabay

Quali sono gli aspetti positivi del telelavoro e dello smartworking? Lavorare da casa risulterebbe conveniente dal punto di vista economico, ma anche da quello affettivo: i lavoratori hanno maggior tempo a disposizione per occuparsi della propria famiglia e dei propri cari, imparando così a gestire lavoro e vita privata. In Italia, questa particolare modalità di lavoro rappresenta una recente novità. Probabilmente, in futuro, lo smartworking sarà un metodo più diffuso tra le aziende e più semplice da attuare, grazie ai vari mezzi digitali in continuo aumento e sviluppo.

Non è da sottovalutare, infatti, lo stress che molti lavoratori provano nel non riuscire a conciliare lavoro, famiglia e altre occupazioni.
Da questo punto di vista, la situazione potrebbe essere gestita più fluidamente grazie proprio al lavoro a distanza. I dati raccolti dall’Osservatorio Smartworking del Politecnico di Milano parlano chiaro: molte persone che lavorano a distanza hanno affermato di gestire in modo migliore il proprio tempo e di aver notato un rendimento più redditizio grazie allo smartworking, dimostrandosi disponibili a lavorare per un lasso di tempo maggiore.

Ma anche lavorare da casa comporta grande capacità di organizzazione e un certo senso del dovere. Per molti, infatti, risulta difficoltoso concentrarsi nell’ambiente casalingo.
Cosa fare per favorire lo sviluppo del lavoro a distanza? Occorre innanzitutto sfatare il mito secondo cui un lavoratore degno di essere chiamato tale debba per forza sedere in ufficio per lunghe ore.
Alcune persone, soprattutto le donne, sono spesso costrette a scegliere tra lavoro e figli, optando per lo più per la famiglia poiché in caso di lavoro il tempo a disposizione non sarebbe abbastanza.

È risaputo che la presenza dei genitori sia importante per i bambini, soprattutto se ancora molto piccoli. Oltre a un buon gioco di squadra tra i due genitori, essenziale per spartirsi i vari compiti e doveri dovuti all’avere una famiglia, è consigliabile approcciarsi al telelavoro. Di cosa si tratta? Il telelavoro, a differenza dello smartworking che permette di svolgere il lavoro di ufficio a casa propria, è il lavoro sul web. Su internet, infatti, si possono trovare piccoli lavori online retribuiti, che permettono di guadagnare denaro restando a casa e al fianco della propria famiglia.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati