Lifestyle

Che cos'è e come nasce il parkour

Il Parkour è una disciplina che nasce in Francia, che mira a percorrere un circuito cittadino nel minor tempo possibile

Fonte: flickr

Il Parkour nasce e si sviluppa in Francia, agli inizi degli anni ’90 del 1900. Il fondatore di tale disciplina è David Belle, un ex pompiere che a causa di un infortunio al polso non poté più esercitare la propria professione, ma che mettendo a frutto tutto ciò che aveva imparato durante i suoi allenamenti, è riuscito a creare una disciplina che fonde la velocità e la funzionalità dei movimenti che un uomo può compiere in percorso cittadino o in situazioni di emergenza.

La base della filosofia del Parkour è “l’hébertismo”, un metodo di allenamento fondato da Georges Hébert durante i primi anni del ‘900, il cui motto è infatti “essere forti per essere utili”.

Molto spesso il Parkour viene confuso con il FreeRunning, mentre il primo elimina tutto ciò che è superfluo e troppo dispendioso in termini di energia e di tempo, il secondo tende unicamente alla spettacolarizzazione dei movimenti, anche se l’allenamento seguito dalle due discipline rimane il medesimo. Per praticare il Parkour il percorso da seguire è lento e graduale, molto spesso anche avere un maestro è contrario all’ideologia del Parkour. Tutto ciò che è necessario imparare lo si può apprendere semplicemente uscendo di casa e scegliendo il proprio percorso cittadino da migliorare durante gli anni. Lo scopo del Parkour è arrivare da un punto A ad un punto B nel minor tempo possibile.

La diffusione del Parkour si è avuta grazie a Internet e al grande schermo. Sono infatti i video postati sul web e il cinema che hanno fatto conoscere questa disciplina ai ragazzi di tutto il mondo. Sono inoltre tantissimi i giochi per console che vertono sull’uso del Parkour. Dagli anni novanta ad ora sono stati girati anche numerosi documentari su questa disciplina, come ” My Playground”, “Jump London”, “Jump Britan” e 3 film che vedono protagonista lo stesso David Belle.

Nonostante la velocità di diffusione dello sport, riesce ad approdare in Italia solo nel 2005. Dei siti minori, come blog e pagine personali, riescono a fissare incontri fra tutti i praticanti di questo sport sulla penisola italiana. Nel 2009 il Parkour viene inserito nella lista degli sport presenti al 21° Festival del Fitness a Roma. Secondo gli appassionati il Parkour aiuterebbe i praticanti ad approcciarsi in modo positivo con l’ambiente cittadino circostante e favorirebbe la socializzazione.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati