0, 0, 0, 0, 1, 0, 0 trend

Chi ha vinto il premio Pulitzer?

Ecco chi ha vinto i premi Pulitzer del 2017

Fonte: Twitter

Anche quest’anno sono finalmente arrivati i Pulitzer, i premi americani per le opere di giornalismo, letteratura e musica che sono state pubblicate negli Stati Uniti. Il premio Pulitzer, istituito da Joseph Pulitzer, magnate della stampa statunitense, viene assegnato dalla Columbia University ed è ormai giunto alla 101esima edizione con ogni onorificenza del valore di 15mila dollari.

Chi ha vinto il Pulitzer. Nelle sezione ‘investigative report’ il premio è andato a Eric Eyre della Charleston Gazette-Mail per i suoi pezzi sull’abuso di oppiacei in West Virginia. ProPublica e il New York Daily News hanno invece trionfato nella categoria ‘Public Service’ dopo aver collaborato insieme per denunciare gli abusi del dipartimento di polizia di New York.

La giuria composta da 18 giudici ha premiato anche David Fahrenthold del Washington Post, nella categoria ‘National Reporting’, per le sue indagini svolte nel 2016 sulle attività non profit di Donald Trump. Nel consegnare il prestigioso premio, la giuria ha spiegato di aver scelto il giornalista per “la tenacia nel dare notizie, che ha creato un modello di trasparenza giornalistica nella copertura della campagna politica, mettendo in dubbio le affermazioni di Trump sulla sua generosità verso le organizzazioni di beneficenza”.

Per le ‘breaking news’ invece ha trionfato l’East Bay Times, di Oakland, California dopo la notizia dell’incendio di un collettivo di artisti con la morte di 36 persone. Il New Yorker è invece stato premiato nella categoria ‘Criticism’ con un riconoscimento a Hilton Als. Il premio ‘Explatonary Reporting’ è andato all’International Consortium of investigative journalism, mentre il ‘Feature Writing’ a C. J. Chivers del New York Times per il racconto su un reduce di guerra dell’Afghanistan.

Il New York Times ha vinto tre Pulitzer per un “giornalismo inteso a stabilire l’agenda sugli sforzi di Vladimir Putin per tutelare il potere della Russia all’estero”. Fra gli altri vincitori, McClatchy e Miami Herald del Consorzio internazionale per il giornalismo investigativo per le indagini sui paradisi fiscali ‘Panama Papers’. Peggy Noonan, l’editorialista del Wall Street Journal, ha invece vinto un premio per i suoi pezzi “in grado di connettere i lettori con le condivise virtù degli americani durante una delle campagne politiche più divisive della nazione”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti