Imperdibili

Cosa c'è in una tazzina di caffé? Perché la caffeina fa bene

La caffeina fa bene, specialmente se consumata a lungo termine e se assunta nelle giuste dosi. Vediamo cosa c'è in tazzina di caffé

La caffeina fa bene o fa male? Che impatto ha sul nostro cervello? Cosa c’è in tazzina di caffé? Quanto contano le quantità? Insomma, quando si parla di caffè gli interrogativi sono sempre i soliti. Dentro alla tazzina da caffè si hanno mediamente tra i 50 e i 100 milligrammi di caffeina, alcaloide diffuso in diverse piante e in diversi alimenti. La caffeina è una sostanza chimica che agisce interferendo con un neurotrasmettitore che si chiama adenosina e che modula i processi inibitori, quindi facilita l’attività cerebrale, eliminando una parte dell’inibizione. Ecco quindi cosa c’è in tazzina di caffé.

La caffeina produce un’immediata sensazione di benessere, un aumento dell’attenzione e una diminuzione dei tempi di reazione. Dati scientifici dimostrano come il consumo abituale di una quantità corretta di caffeina determina una riduzione del rischio di contrarre alcune malattie, come alcune forme di tumore del fegato e una riduzione dell’incidenza di malattie cerebrovascolari e neurodegenerative come l’Alzheimer e il Parkinson. Quindi la caffeina fa bene se assunta nelle giuste quantità.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati