Imperdibili

Gli 11 manager Italiani più pagati del 2015, i Paperoni dell'impresa

Manager e stipendi: quali sono quelli che hanno guadagnato di più nel 2015? Scopriamo i manager italiani più pagati lo scorso anno

Manager con stipendi da capogiro, che al confronto i nostri ci sembrano delle ridicole mance: ecco a voi gli undici manager italiani più pagati del 2015, i paperoni dell’impresa che hanno saputo guadagnare grandi compensi in base al loro lavoro. La classifica è stata stilata dal noto quotidiano Il Sole 24 ore su di banca dati di S&P Capital IQ. Molti di loro hanno superato di gran lunga il milione di euro e per alcuni il calcolo dei minuti necessari a guadagnare questa cifra è scesa al quarto d’ora.

Il primo manager della lista è Sergio Marchionne, ad di Fca e presidente di Cnh, che ha ricevuto uno stipendio lordo di ben 62,5 milioni di euro dalle società del gruppo, divisi in questo modo: 10,5 milioni per la carica di ad e 1,5 milioni per quelle di presidente, il resto in azioni in stock garantiti. Inoltre Marchionne ha guadagnato altri 294 mila euro come membro del board di Philip Morris e ulteriori 382 mila euro come presidente della Sgs. Ancora, risulta che il manager italiano possiede anche azioni per un controvalore di 300 milioni di euro.

Al secondo posto troviamo Luca Maestri, lo Chief financial Officer and Senior Vice President della Apple, che ha ricevuto uno stipendio lordo di 22,6 milioni di euro ed un pacchetto di azioni del valore di 20 milioni di dollari. Terzo in classica il presidente della Bristol Myers Squibb, Giovanni Caforio che ha guadagnato nel 2015 la cifra di 14 milioni e 400 mila euro. Al 4° posto troviamo la leader del brand di moda Prada, Miuccia Prada, a pari merito con Fabrizio Bertelli, i quali hanno guadagnato la cifra lorda di 14 milioni e 223 mila euro.

Al quinto posto si piazza il direttore generale dell’ Italcementi Giovanni Battista Ferrario con un guadagno lordo di 11 milioni e 133 mila euro. Sesto il presidente della Igt, Marco Sala che ha guadagnato nel 2015 10 milioni e 834 mila euro di cui 6 a titolo di premio in azioni. Al 7° posto incontriamo il presidente di Italcementi Carlo Pesenti con uno stipendio di 10 milioni e 459 mila euro. All’ottavo posto l’ad di Amplifon Franco Moscetti con un guadagno di 8 milioni e 729 mila euro. Al 9° posto vi è il presidente del board della Bristol Myers Squibb, Lamberto Andreotti con uno stipendio di 7,5 milioni di euro. Al 10°, Giovanni Ciserani della Procter&Gamble con una retribuzione di 6,3 milioni di euro.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati