Scoperto un tunnel che consentirà di vivere sulla Luna

Gli scienziati hanno scoperto un tunnel che potrebbe consentire all'umanità di colonizzare finalmente la Luna

Gli scienziati hanno scoperto un tunnel che potrebbe consentire all’uomo di vivere sulla Luna. A svelarlo i ricercatori dell’Istituto dello spazio e delle ricerche astronomiche dell’agenzia spaziale giapponese (JAXA) che hanno confermato di aver trovato un luogo che consentirà di costruire un insediamento umano sul Satellite della Terra.

Il tunnel si sarebbe formato in seguito ad un flusso di lava vulcanica e sarebbe, secondo gli scienziati, l’ennesima prova che sulla Luna in passato esistevano dei poli magnetici. “I dati sono stati ricevuti dalla sonda Kaguya – ha spiegato il portavoce della missione -, lanciata sulla luna nel 2007 e per un anno e mezzo sono state raccolte varie informazioni, ma è stato possibile fare un’analisi precisa solo con il livello di tecnologia odierno. Nel cratere di Marius c’è un tunnel dal diametro di 50 metri e della stessa profondità, che si estende per diversi decine di chilometri sotto la superficie della luna”.

Tramite alcune misurazioni e simulazioni, gli scienziati hanno stabilito che il tunnel potrebbe essere il luogo perfetto per dare il via alla colonizzazione della Luna. I livelli di radiazione e la temperatura infatti sono accettabili rispetto alla superficie esterna e gli uomini potrebbero vivere in questo punto del Satellite. Il tunnel è stato scoperto nel 2009, ma solo di recente è stato possibile esplorarlo attraverso una sonda. L’ipotesi è che sotto la superficie della Luna ci sia un reticolo di gallerie, che potrebbero costituire il punto di partenza per la costruzione di insediamenti umani. 

“La scoperta è stata appena fatta – hanno spiegato gli scienziati -, non sono ancora disponibili piani concreti per il suo utilizzo, ma riteniamo che i suoi vantaggi, come la possibilità di proteggere persone e apparecchiature dalle radiazioni e dai meteoriti, permetterebbero di utilizzarlo in futuro come sito per costruire una base. Tuttavia è ancora troppo presto per parlare di tempistiche: sappiamo ancora troppo poco su ciò che sta accadendo all’interno del tunnel”.

TAG:

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti