1, 0, 1, 1, 0, 1, 0 trend

La borsa che sembra un sacco della spazzatura è il nuovo trend

Un brand spagnolo ha creato una borsa che sembra un sacco dell'immondizia e costa una fortuna

Fonte: BIIS

Può una busta della spazzatura trasformarsi in una borsa fashion? A quanto pare sì. Il marchio spagnolo BIIS ha deciso di realizzare una bag che, ad una prima occhiata, sembra proprio immondizia. Si tratta di un sacco nero in pelle lucida con un laccio giallo. L’aspetto è esattamente quello delle buste che vengono utilizzate per buttare i rifiuti che produciamo ogni giorno.

Ancora una volta la moda ha deciso di trasformare qualcosa di poco valore e inutile, in un accessorio fashion. La bag infatti ha varie misure (in tutto tre) e un costo che va dai 250 ai 450 euro. Un oggetto di lusso dunque, che solo i fashion addicted e i trend setter possono apprezzare davvero (e acquistare).

“Si tratta di una borsa di qualità realizzata in Spagna – si legge sul sito ufficiale del marchio BIIS -, ma sembra una vera busta dell’immondizia in plastica”. Non è la prima volta che la moda trae ispirazione – letteralmente – dai rifiuti, per realizzare abiti e soprattutto accessori. Nelle ultime sfilate, andate in scena durante le Fashion Weeks in giro per il mondo, sulle passerelle sono apparse diverse buste realizzate da Agnes B, Ashish, Ermanno Scervino e tanti altri.

Secondo gli stilisti e gli esperti di moda l’obiettivo sarebbe quello di “livellare le differenze” e dimostrare come, anche chi indossa capi che valgono migliaia di euro, alla fine conduca una vita normale come tutti gli altri, stringendo fra le mani (anche) le buste di plastica della spesa (o quelle dell’immondizia in questo caso). Molto spesso però questi accessori e il loro significato non viene compreso, proprio come è accaduto alla borsa Ikea di Balenciaga. Non a caso BIIS ha ricevuto moltissime critiche per la sua bag che sembra un sacco dei rifiuti, in particolare per il prezzo, giudicato piuttosto alto per un accessorio di questo tipo. Il brand si difende affermando che, al di là dell’ispirazione, i materiali usati sono di alta qualità e, visto il costo, c’è da credergli.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti