Imperdibili

Che differenza c'è tra running, jogging e footing

Nel linguaggio comune si utilizzano indistintamente termini inerenti una corsetta quotidiana. Cerchiamo di capire che differenza c'è tra jogging e footing

Fonte: flickr

Cerchiamo di comprendere che differenza c’è tra jogging e footing. Infatti, per indicare l’abitudine di effettuare una salutare corsetta, molto spesso utilizziamo indistintamente termini come jogging, footing e running. In realtà, i tre termini, seppur considerati simili, nascondono significati e sfumature diverse tra loro. Cerchiamo quindi di capire che differenza c’è tra jogging, footing e running e soprattutto cercare di utilizzare ogni singolo vocabolo nella maniera più opportuna in base alle diverse circostanze. In ogni caso, correre e svolgere una regolare attività fisica aumenta il benessere sia fisico che psicologico della persona.

La parola jogging nel suo significato letterale esprime l’attività consistente nell’andare a correre. Chi lo pratica si ritiene libero da ogni fattore di agonismo e di tecnica: la corsa quindi è libera da rilievi cronometrici e da qualsiasi stile tecnico. Lo scopo ultimo del jogging è quello di tenersi in forma senza necessariamente preparare il proprio fisico ad un evento sportivo, come una maratona, o cercare il miglioramento continuo delle proprie prestazioni. E’, in sintesi, un voler stare bene con sé stessi.

Rispetto allo jogging, la pratica del running si distingue per un allenamento costante. Lo jogging quindi si basa sulla saltuarietà della prestazione, il running sulla costanza. Altri elementi di distinzione sono il rilievo cronometrico dei tempi, della distanza percorsa, lo stabilire se aumentare o diminuire la velocità e così via. Un insieme di elementi che fanno diventare il running un vero e proprio allenamento. I runner quindi necessitano di gare podistiche all’interno delle quali dare prova dei risultati raggiunti e dal grado di preparazione della loro attività di allenamento.

Footing invece significa appoggio del piede e, secondo molti, non starebbe ad indicare alcun tipo di corsa o di allenamento. In realtà non è proprio così. E’ un tipo di corsa particolarmente lento che si basa principalmente sulla resistenza nel tempo, e che permette di ottenere diversi vantaggi quali il dimagrimento della persona, la prevenzione di patologie cardiovascolari come l’infarto e la diminuzione dello stress. Quale che sia l’attività praticata è opportuno in ogni caso prepararsi gradualmente senza effettuare sforzi eccessivi, effettuando preliminarmente esercizi di riscaldamento e di stretching per preparare i muscoli all’attività sportiva. Buona corsa a tutti, con il massimo divertimento.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati