Imperdibili

Come riconoscere i sintomi della demenza senile

La demenza senile è un disturbo che affligge moltissime persone. Il termine non designa una specifica malattia ma il degrado progressivo del cervello dovuto all'età

Fonte: flickr

La demenza senile è una condizione dovuta all’invecchiamento del cervello e al decadimento delle cellule che lo costituiscono. Non è possibile guarire dalla demenza senile ma, conoscendo a fondo quali sono i sintomi di questa condizione, è possibile intervenire da subito, aiutando la persona affetta da demenza senile con alcuni farmaci, che ne possono alleviare i sintomi.

Il cervello svolge delle funzioni fondamentali per la vita ed i rapporti sociali, la demenza porta ad alcune particolari situazioni patologiche facilmente riconoscibili, che riguardano proprio le principali funzioni cerebrali.

Tipicamente i primi sintomi della demenza senile sono quindi correlati allo svolgimento quotidiano dei più comuni compiti, in ambito singolo o sociale; la perdita o il malfunzionamento delle principali funzioni del cervello sono dei chiari campanelli d’allarme. Le persone affette da demenza in genere tendono a: perdere la memoria a breve termine, presentare problemi legati al linguaggio, non riuscire a concentrarsi su nulla, perdere la capacità di giudizio e di ragionamento, a volte hanno un rapido e repentino peggioramento della vista.

Se una persona manifesta almeno due di questi sintomi in modo preoccupante, è fondamentale contattare un medico, per effettuare alcuni esami che possono giungere ad una diagnosi di demenza senile.

Alcune patologie sono legate alla demenza senile, come ad esempio il morbo di Alzheimer o l’ictus: moltissime persone mostrano la perdita delle principali funzioni cerebrali a causa o in seguito a queste condizioni patologiche. Anche in questi casi non esiste una vera e propria cura, ma si può intervenire sui sintomi, migliorando anche in modo molto sensibile la vita quotidiana. Lo sviluppo di questa problematica è correlato anche a fattori di rischio, come il fumo, l’ipercolesterolemia, o problematiche legate a malattie cardiache o all’ipertensione.

Chiaramente se tali condizioni sono presenti la demenza tende a favorire un peggioramento rapido ed inesorabile. Per questo motivo, quando si ha una diagnosi di demenza dovuta all’età avanzata, è importante anche riportare entro la norma i parametri correlati al sistema cardio circolatorio e sanguigno.

Quando una persona anziana comincia a non ricordare dove ha appoggiato le chiavi di casa, a non nominare correttamente i nipoti o ad evitare momenti di socialità o che necessitano di esercitare alcune funzioni fondamentali (come ad esempio gli hobby o la lettura) è bene consultare un medico.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati