La figlia di Lil Wayne ai fan "Sta bene"

Come sta il rapper Lil Wayne? Dopo il malore dei giorni scorsi la figlia ha svelato cosa è accaduto all'artista americano

Come sta Lil Wayne? Da qualche giorno i fan si interrogano preoccupati sulla salute del rapper, ma una risposta è arrivata dalla figlia, che ha voluto rassicurare tutti. “Sta bene – ha scritto su Twitter la ragazza, parlando del padre -. Grazie per la preoccupazione, siete fantastici”. Le parole della 18enne Reginae Carter arrivano dopo ore di angoscia e di notizie frammentarie. La scorsa domenica infatti Lil Wayne era stato trovato privo di sensi nella sua stanza d’albergo a Chicago.

Il rapper avrebbe dovuto prendere un aereo per Las Vegas, dove era atteso per un concerto, ma risultava irraggiungibile. Quando gli uomini del suo staff sono riusciti ad entrare nella camera, l’avevano trovato steso sul pavimento. In seguito nè la famiglia, nè il team del rapper aveva svelato cosa era realmente accaduto e come stava Lil Wayne, almeno sino ad oggi.

“Oh sì… e non credete a tutto ciò che sentite” ha scritto poco dopo Reginae Carter, forse facendo riferimento alle possibili cause del malessere di suo padre. Inizialmente infatti si era ipotizzato che il rapper fosse stato vittima di una crisi epilettica, visto che soffre di questa malattia che gli è stata diagnosticata nel 2013. Per altri invece le cause del malessere di Lil Wayne sarebbero ben altre e l’artista sarebbe svenuto dopo aver assunto del sizzurp.

Come riporta TMZ, si tratta di un soft drink analcolico che viene preparato utilizzando sciroppo per la tosse contenente codeina o prometazina. Ha un gusto fruttato, spesso di limone, e viene zuccherato con delle caramelle, che lo insaporiscono e rendono gustoso. Questa droga è legale, perché può essere preparata facilmente a casa, provoca euforia, disturbi del linguaggio e del movimento e sonnolenza.

Lo stesso rapper qualche anno fa aveva confessato in un’intervista di fare uso della droga: “Quando smetti senti la morte arrivarti nello stomaco: tutti vogliono che smetta, ma non è semplice” aveva detto.

TAG:

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti