Filippine, sulla spiaggia compare una strana creatura

Nelle Filippine è stato rinvenuta una strana creatura gigantesca simile ad una balena e coperta di pelo

Mistero nelle Filippine, dove sulla spiaggia è comparsa una strana creatura. Si tratta di un’enorme animale simile ad una balena, ma ricoperto di pelo. L’animale è stato rinvenuto morto sulle rive dell’isola filippina di Dinagat, è lungo 6 metri e largo 2.

Non è ancora chiaro di quale specie si tratti, ma le autorità hanno isolato la zona e sono in corso degli accertamenti. L’enorme stazza e la presenza di pelo farebbero pensare ad un animale conosciuto con il nome di mucca di mare. Si tratterebbe, secondo gli esperti del dipartimento di pesca e risorse acquatiche delle Filippine, di un esemplare di dugongo.

Per averne la certezza però bisognerà attendere i risultati del test del DNA dopo i prelievi di sangue effettuati sull’animale. Nel frattempo le foto della gigantesca creatura sono spuntate in rete, scatenando ipotesi e teorie del complotto. Secondo alcuni si tratterebbe di una creatura aliena arrivata dallo spazio, per altri sarebbe il risultato di esperimenti segreti svolti dal governo, infine molti sono convinti che sia un’animale leggendario a metà fra orso e balena avvistato nel 1942 in Sud Africa.

Teorie a parte, per ora il mistero rimane e solo la scienza potrà svelare cosa sia la creatura arrivata morta sulla spiaggia delle Filippine. L’ipotesi più probabile, come già accennato, è che si tratti del dugongo. Questo mammifero acquatico supera i tre metri di lunghezza ed ha una struttura molto simile a quella dell’animale rinvenuto a Dinagat. La creatura in questione è erbivora ed è stata avvistata per ora solamente nelle acque dell’Oceano Indiano. Secondo gli esperti popola le isole di Indonesia, Australia, Sri Lanka e Thailandia. Il mammifero è così raro che il WWF l’ha dichiarato animale in via d’estinzione.

I dugonghi sono legati a leggende e misteri. Secondo alcune popolazioni sarebbero portatori di sfortuna, per altri sarebbero invece di buon augurio. Per diverse civiltà le sue lacrime avrebbero poteri magici e sarebbero un filtro amoroso, mentre le ossa sono utilizzate spesso per realizzare amuleti contro la cattiva sorte.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti