In Giappone la calvizie si cura strofinando il wasabi sulla testa

In Giappone il wasabi non viene usato solo a tavola, ma anche per curare la calvizie

In Giappone la calvizie si cura strofinando il wasabi sulla testa. A lanciare l’idea è stata la ditta giapponese, Kinin, che da anni produce il wasabi. Secondo gli esperti dell’azienda fra le tante proprietà di questa radice ci sarebbe anche quella di favorire la ricrescita dei capelli. Strofinando il wasabi sulla testa infatti si potrebbero ottenere risultati tre volte più efficaci rispetto ai medicinali anti-calvizie.

Secondo i ricercatori della società il wasabi contiene una sostanza chimica che, una volta a contatto con il cuoio capelluto, è in grado di stimolare la crescita dei capelli, stimolando i follicoli piliferi.

Il wasabi è uno fra gli alimenti più consumati nella cucina giapponese. Si tratta di una radice che, una volta lavorata, viene portata a tavola sotto forma di una crema di colore verde, da usare per accompagnare il sushi e il sashimi. Ha un sapore molto particolare e forte, con un retrogusto piccante che colpisce soprattutto il palato e non la lingua, come accade invece per il peperoncino.

Il wasabi viene ricavato dalla Wasabia japonica, una radice giapponese che fa parte alla famiglia delle Brassicacee, la stessa in cui troviamo il ravanello, il cavolo oppure la senape. Solitamente la radice viene grattugiata e lavorata per ottenere una pasta.

Il wasabi non è solo buono, ma ha anche moltissime proprietà. È un digestivo ed è perfetto per prevenire le intossicazioni, grazie alle sue proprietà antibatteriche. Per questo motivo viene mangiato insieme al pesce crudo. Studi scientifici hanno dimostrato anche gli effetti anticoagulanti del wasabi, che, grazie alla capacità di inibire l’aggregazione delle piastrine, agirebbe come l’aspirina.

Non solo: questa radice è anche ricca di isotiocianati, degli anti-tumorali, in grado di prevenire il cancro al seno, al colon e allo stomaco. Infine recenti ricerche hanno mostrato le proprietà afrodisiache del wasabi, soprattutto se accompagnato alla tartare di carne e al pesce crudo.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti