0, 1, 3, 0, 0, 0, 0 trend

In Inghilterra il cane investigatore che trova i gatti scomparsi

Molly è un cane investigatore che ritrova i gatti scomparsi

Fonte: Twitter

Molly non è un cane come tutti gli altri, ma ha un talento speciale: riesce a ritrovare i gatti scomparsi. È infatti un investigatore privato e lavora in coppia con il suo padrone, Colin Butcher. La coppia è specializzata nel ritrovamento di animali, in particolare di gatti. Butcher è un ex poliziotto e, dopo aver lasciato il lavoro, ha intrapreso questa interessante professione. Da vent’anni svolge il mestiere di investigatore con passione, portando a casa grandi successi, fra cui quello di aver addestrato un cane in grado di ritrovare senza fatica i mici scomparsi.

Ogni settimana l’agenzia investigativa di Colin riceve circa 30 chiamate per ritrovare gatti scomparsi. “Se non si trovano rapidamente, entro una quindicina di giorni – ha raccontato -, spesso non sopravvivono o se ne perdono per sempre le tracce”. Per questo l’uomo ha avuto un’idea molto particolare: addestrare un cane per ritrovare i gatti scomparsi. “In tanti quando hanno saputo della mia idea di addestrare un cane a ritrovare gatti, mi hanno dato del pazzo, dicendo che non avrebbe mai funzionato – ha svelato -. Ma Molly è speciale ed è in grado di lasciare tutti stupefatti perché per lei scovare i gatti non è un lavoro, ma semplicemente il suo gioco preferito”.

Colin era consapevole che avrebbe dovuto trovare un cane speciale per raggiungere il suo obiettivo e, dopo aver cercato in tanti allevamenti, l’incontro con Molly è stato quasi fortuito. I suoi padroni infatti non potevano più tenerla e così lui ha deciso di prenderla con sé e di insegnarle a trovare i gatti.

“Molly era ansiosa. Ma aveva degli occhi intelligenti, era predisposta a risolvere i problemi e brava nel riporto delle palle da tennis – ha svelato Colin -. Aveva il giusto temperamento: un cane di una razza predisposta naturalmente alla ricerca per il gioco. Abbiamo solo dovuto incanalare quell’istinto nel trovare i gatti”.

Oggi Molly riesce a trovare qualsiasi micio semplicemente annusando il cuscino della sua cuccia. Una volta trovato il gatto, riceve come premio del sanguinaccio, il suo piatto preferito. Il primo grande successo è arrivato lo scorso febbraio, quando Molly è riuscita a salvare un gatto. L’animale si trovava sul tetto di un capanno a dieci chilometri da casa.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti