0, 1, 0, 0, 0, 0, 0 trend

La NASA ha risolto il problema della cacca degli astronauti

La NASA, dopo mesi di ricerche, è riuscita a risolvere il problema della cacca degli astronauti nello spazio

La NASA ha finalmente risolto il problema della cacca degli astronauti. L’Agenzia Spaziale ha infatti decretato il vincitore della SpacePoopChallengen, la particolarissima competizione iniziata lo scorso ottobre, quando la NASA ha chiesto a tutti il mondo un aiuto per scoprire come smaltire gli escrementi prodotti dagli astronauti nello spazio.

La sfida era grande: riuscire a capire come espellere la cacca della tuta degli astronauti, senza usare le mani. L’appello della NASA è stato accolto da oltre ventimila persone, che hanno presentato cinquemila progetti provenienti da tutto il mondo.

L’ente aerospaziale americano ha deciso di premiare il MACES Perineal Access & Toileting System (M-PATS), che si è piazzato al primo posto, vincendo 15mila dollari. L’ideatore della tecnologia, che consentirà agli astronauti di fare i bisogni in orbita senza problemi, è Thatcher Cardon, ufficiale dell’aeronautica americana e medico chirurgo. La tecnologia è composta di una camera di compensazione situata sul cavallo della tuta, in cui si possono inserire dei pannolini gonfiabili, estraibili da una fessura.

“È possibile sostituire valvole cardiache attraverso cateteri in un’arteria – ha svelato il dottor Cardon -, non dovrebbe essere un problema gestire un po’ di cacca!”.

Al secondo posto è arrivato l’Air-powered Spacesuit Waste Disposal System del team SPUDs. Si tratta di un mutandone con sistema di risucchio, mentre la NASA ha assegnato il terzo posto al designer britannico, ideatore del SWIMSuit – Zero Gravity Underwear for 6 Day Use, un costume tecnologico capace di disinfettare ed eliminare gli escrementi.

La necessità di stoccare i rifiuti organici sta diventando un’esigenza molto importante per la NASA. Questo perché l’ente spaziale ha intenzione di organizzare viaggi sempre più lunghi nello spazio, come quelli in direzione di Marte. Durante queste missioni gli astronauti potrebbero avere la necessità di indossare delle tute d’emergenza per lunghi pericoli. Da qui la necessità di stoccare il materiale organico prodotto e l’enigma della NASA.

Un evento così banale come l’espulsione delle feci, nello spazio può divenire una vera e propria sfida. Se non vengono eliminati nel modo giusto gli escrementi infatti potrebbero causare sepsi, infezioni e addirittura morte.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti