Trent'anni fa andava in onda la prima puntata di Casa Vianello

Trent'ani fa andava in onda la prima puntata di "Casa Vianello" la sitcom con protagonisti Sandra Mondaini e Raimondo Vianello

Trent’anni fa andava in onda la prima puntata di “Casa Vianello”, uno dei programmi cult della tv italiana che creò il mito della coppia formata da Raimondo Vianello e Sandra Mondaini. 

Divertenti, ironici e mai scontati, i due coniugi diedero vita ad un format che in molti hanno tentato di imitare, ma che nessuno è mai riuscito a replicare davvero. La sitcom andò in onda per la prima volta nel 1988 sulle reti Mediaset e venne trasmessa sino al 2007.

Era domenica quando gli spettatori conobbero “Casa Vianello”. Lo show con Sandra e Raimondo andò in scena alle 19.05 su Canale 5 e il successo fu immediato. Da allora ci sono stati 16 stagioni e ben 338 episodi. La serie è stata anche esportata all’estero, ottenendo un grande successo in Spagna su Veo Televisión.

Al centro di “Casa Vianello” c’era la quotidianità di Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, una coppia come tante altre, segnata da litigi, momenti comici e tanto amore. Al centro degli episodi c’era quasi sempre il debole di Raimondo per le donne, che veniva puntualmente scoperto da Sandra. Alla fine della giornata i due si ritrovavano sempre nel letto e veniva pronunciata la celebre frase: “Che barba, che noia”.

Sandra chiudeva le puntate di “Casa Vianello” affermando che era stanca di una vita piatta, dava la buonanotte al marito, poi scalciava sotto le coperte mentre lui la guardata esterrefatto con la Gazzetta dello Sport tra le mani.

Nel corso degli anni gli spettatori hanno imparato a conoscere i vari personaggi che ruotavano intorno ai coniugi. Come la celebre tata interpretata da Giorgia Trasselli, amica fidata di Sandra Mondaini e donna presa di mira da Raimondo.

C’era anche Arturo, a cui dava il volto Roberto Marelli, amico e vicino di casa di Raimondo, alleato nelle sue scappatelle, ma anche Barbara Snellenburg, che interpretava la splendida Kate, sogno proibito di Vianello.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti