Imperdibili

A 7 anni scrive un libro per dire a tutti: anche io sono una principessa!

Una bambina principessa di soli 7 anni si è cimentata nell'arduo compito che la vede editrice di un libro scritto a quattro mani con il papà

Morgan Taylor è davvero una bambina principessa. Soprannominata così dal padre Todd, la piccola di soli sette anni, un bel giorno rispose lui che, per quanto le piacesse quell’appellativo con cui il papà affettuosamente la chiamava, lei non avrebbe mai potuto essere una principessa. Non perché Morgan non lo desiderasse, non perché non si sentisse abbastanza femminile o non particolarmente portata per il ruolo, ma perché, a detta della bimba, le vere principesse hanno la carnagione bianca e non scura come la sua.

Questa è stata la giustificazione semplice e diretta con la quale la piccola ha spiegato al mondo il proprio senso di inadeguatezza nel rivestire quel ruolo. La bimba infatti, amante delle favole e dei cartoni animati, aveva trascorso gran parte della propria infanzia ammirando le principesse protagoniste di numerosi film e libri. Ella però aveva anche notato che molto raramente queste venivano rappresentate con una carnagione diversa da quella tipica delle ragazze occidentali. Il papà si è subito messo all’opera compiendo azioni di ricerca con l’intento di mostrare alla propria figlia quante importanti donne di colore esistono nel mondo, principesse comprese.

Morgan e suo padre hanno allora deciso di scrivere un libro insieme in modo che anche altri bambini potessero conoscere la miriade di principesse di colore che hanno fatto la storia quali Elizabeth di Toro, nota ambasciatrice ugandese degli Stati Uniti o la regina Peggy del Ghana, capo dell’omonima città. Il libro scritto a quattro mani dalla piccola bimba e dal papà, è stato intitolato Daddy’s Little Princess, letteralmente tradotto come piccola principessa di papà. Le prime copie sono già state stampate e il riscontro del pubblico non si è fatto attendere dando dei primi risultati assolutamente positivi.

La piccola Morgan si dice estremamente contenta ed entusiasta di essere portavoce di un messaggio così importante. La giovane infatti, con il suo libro, cerca di diffondere alcune storie e modelli a cui altre bambine, sue coetanee o non, potrebbero ispirarsi. Ogni bambina deve avere il diritto di poter credere di essere una principessa, ha detto Morgan. Non importa quale sia il colore della sua pelle, che lingua parli, quale cultura segua o in quale preciso punto geografico del mondo risieda la propria casa.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati